Skip to content

sponsor

Arredamento per bambini: i “must have”

Tappeto-bambiniLe scelte più importanti sull’arredamento si fanno quando si costruisce per la prima volta la propria casa da single, all’inizio di una convivenza o dopo il matrimonio,

Ma poi, lo sappiamo, le esigenze, la ricerca di comodità e soprattutto la voglia di aggiornare e dare nuova vita agli spazi dove abitiamo, ci portano a comprare spesso oggetti di arredamento che danno negli anni sempre diversi “tocchi” di creatività e personalizzazione alla nostra casa.

Soprattutto con l’arrivo dei figli, gli spazi di casa vengono rivoluzionati: ho visto negli anni case di coppie di genitori completamente stravolte con arredamenti diversi da quelli originari prima dell’arrivo dei bambini, i quali cambiano le abitudini e le necessità soprattutto domestiche.

Quali sono i complementi di arredamento “must-have” nelle case delle famiglie con età pre-scolare?

Lampade per bambini

Il concetto di illuminazione cambia in una casa abitata da un bambino piccolo. Il buio totale non esiste più: gran parte dei bambini si sentono sicuri a dormire con una luce accesa accanto a loro, e anche per i più grandicelli è utile nel caso si debbano alzare di notte.
Le lampade così diventano un complemento importante: utili e di design si posizionano non solo nella cameretta dei bambini, ma anche in soggiorno e nei punti relax dove si leggono i libri, si fanno i giochi più tranquilli e si respira tutti insieme un po’ di atmosfera “hygge” nella propria casa.

Tappeti per bambini

Appena i bambini iniziano a gattonare, il pavimento diventa per loro il posto preferito dove sperimentare, muoversi, giocare. Soprattutto nei mesi invernali, gran parte dei pavimenti di casa sono freddi e risulta necessario posizionare dei tappeti su cui i bambini possano giocare in sicurezza. Chi invece ha scelto pavimenti di legno riscontra meno il problema della temperatura, ma rischia graffi e danni.
I tappeti diventano presto delle “isole” su cui i bambini trascorrono gran parte del loro tempo in casa durante i giochi: è il loro piccolo regno, a volte anche un gioco stesso, come quando rappresentano una pista di macchine, un campo di calcio, un castello di principesse.

App per modificare le foto (e realizzare stampe super)

app foto

Ne scattiamo una dietro l’altra, senza renderci conto di quante realmente ne collezioniamo: le foto, soprattutto durante le vacanze, che salviamo sul nostro smartphone sono tantissime.
Sì, quasi sempre i soggetti principali sono loro, i nostri figli: in posa vicino alla piscina, mentre nuotano con i braccioli, su una roccia durante una camminata in montagna.

Tra l’infinità di foto scattate, ce ne sono sempre due o tre che diventano le nostre foto del cuore, perché ci fanno ricordare un luogo particolare dove siamo stati oppure perché noi/i bambini risultiamo particolarmente fotogenici (la classica foto dove finalmente tutti i componenti della famiglia guardano verso l’obiettivo), un episodio particolare come il primo tuffo di nostro figlio.
Alcune di queste immagini le individuiamo subito, altre invece le scopriamo solo a fine vacanza, quando con tranquillità scorriamo tutti gli scatti dell’estate.

Le nostre foto preferite le possiamo rendere ancora più speciali con semplici app gratuite che ci consentono con pochi click di migliorarle e farle diventare dei capolavori.

Abbiamo a disposizione tantissime app con cui applicare filtri e modificare foto. Io vi parlo delle mie app preferite con cui mi diverto (sì, perché migliorare le foto lo trovo un passatempo piacevole e rilassante, anche per una non fotografa come me).

Snapseed

E’ la prima app di fotografia che ho scoperto e di cui mi sono subito innamorata.
Dopo averla scaricata sullo smartphone, si sceglie quale foto modificare e si inizia a “giocare”.
Si parte dal filtro che si vuole apporre all’immagine e si continua con tutta una serie di strumenti adatti sia a chi non è esperto di fotografia sia chi aspira ad un risultato ottimale.
Tra le varie modifiche che si possono realizzare: ritagliare, calibrare il colore, nitidezza, prospettiva, correzione, vintage, sfocatura, vignettatura, inserimento di scritte. Inoltre è possibile fare modifiche selettive, cioè solo in alcune aree della foto che andremo a selezionare.

Festa della Mamma: regala un albero con un click!

Treedom piantare alberi online

Ci siamo: anche quest’anno la Festa della mamma è arrivata e noi mamme non ci limitiamo ad attendere il lavoretto fatto a scuola da nostro figlio o un eventuale regalo dal marito/compagno.
No, incombe un compito non da poco: trovare un regalo per la NOSTRA mamma.

E allora parte la caccia last minute per regali che, diciamoci la verità, spesso sono abbastanza inutili.

Per questi e tanti altri motivi quest’anno ho scelto un regalo per la Festa della Mamma di cui sono davvero soddisfatta: alla mia mamma, golosissima di cioccolato, non ho regalato la classica confezione di cioccolatini, ma un vero albero del cacao (in Limited Edition per la Festa della Mamma).

E’ stato piantato oggi in Camerun e mia mamma (e anch’io, che sono curiosissima!) potrà seguire la sua crescita online, attraverso informazioni ma anche fotografie.

Come regalare un albero online

Un’operazione che sembra complicatissima da realizzare in realtà l’ho portata a termine in 2 minuti con 3 click. Mi sono collegata al sito www.Treedom.net, ho scelto un albero da piantare, e ho subito ricevuto l’attestato da personalizzare.

Nell’area personale ho le coordinate GPS di dove si trova la pianta, come sta e sta crescendo, la sua “carta d’identità” e quanti kg di CO2 assorbirà.
Posso anche decidere di darle un nome a mia scelta!

Treedom_carta-identità

Quali musiche ascoltare con i bambini: le nostre playlist

musica-bambini

A casa mia la musica non manca mai; alle mie playlist ovviamente ora si affiancano anche quelle di Davide con le sue richieste per scegliere il sottofondo dei pomeriggi di gioco e di attività come disegno, letture, messa in ordine della cameretta.
Poiché trascorriamo la giornata in diversi luoghi della casa (e come sappiamo i bambini si spostano a giocare in base a dove si trova la mamma), mi sono organizzata creando su smartphone delle playlist personalizzate che, attraverso il Bluethooth, lancio, ovunque sono nella casa, alla soundbar di Panasonic.

Negli anni gli elenchi di musiche preferite sono cambiate, ma ho sempre seguito i consigli degli esperti e degli psicologi su quali brani presentare e “far assaggiare” ai piccoli.

Non è infatti mai troppo presto per abituare i bambini alla musica: i bimbi iniziano ad apprezzare i suoni fin da quando sono nella pancia della mamma!
Durante gli incontri pre-nascita, viene spiegato ai genitori che i piccoli nell’utero già riconoscono le voci di mamma e papà e che alcune melodie li rilassano.
Nei primi mesi di vita impareranno poi a riconoscere le diverse melodie fino a sviluppare un vero e proprio senso musicale fin dai primi anni.

Quali musiche quindi sono maggiormente consigliate da far ascoltare ai bambini?

Caccia alle uova a tema

Caccia alle uova

Come rendere più divertente la giornata di Pasqua e soprattutto l’apertura delle uova?

A parte piegare e sistemare le grandi carte che avvolgono le uova, organizzare la conservazione della tonnellata di cioccolato e mettere in fila le sorprese trovate, con semplici idee possiamo far divertire i bambini, anche in casa.
Una di questa è la caccia alle uova, ormai diventato un gioco molto diffuso anche in Italia, importato dalla tradizione degli Stati Uniti. L’ideale sarebbe organizzare una caccia alle uova in spazi aperti, soprattutto prati, ma in piccolo possiamo farla anche in casa.

E’ sufficiente organizzarsi preparando i classici indovinelli che porteranno al luogo dove sono riposte le uova di Pasqua, oppure, per i più piccoli, una “mappa del tesoro” (anche disegnata da mamma e papà), con illustrati alcuni simboli della casa importanti per il bambino (es. dove c’è lo spazzolino da denti, o dove è ritirato il latte, etc.).
Il ritrovamento delle uova sarà una vera conquista!
Per rendere la caccia ancora più divertente e appassionante possiamo crearla a tema dei personaggi preferiti dai nostri bambini. Sarà sufficiente preparare indovinelli sui personaggi la cui soluzione permetterà di avere gli indizi per proseguire la caccia.

Baby Sitter: le cose importanti da dirle

Baby sitter

Ci si confronta spesso su come scegliere una baby sitter, quali domande rivolgerle, quale compenso orario accordare, ma risulta importante prepararsi anche su un altro aspetto.

Infatti, una volta scelta la baby sitter, è fondamentale offrirle tutte le informazioni perché possa svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi e, soprattutto, nostro figlio possa trascorrere con lei delle ore in serenità.

Prima di chiudere la porta di casa e lasciarla con il bambino sarà importante aver chiarito con lei: