Skip to content

sponsor

Festa della Mamma: regala un albero con un click!

Treedom piantare alberi online

Ci siamo: anche quest’anno la Festa della mamma è arrivata e noi mamme non ci limitiamo ad attendere il lavoretto fatto a scuola da nostro figlio o un eventuale regalo dal marito/compagno.
No, incombe un compito non da poco: trovare un regalo per la NOSTRA mamma.

E allora parte la caccia last minute per regali che, diciamoci la verità, spesso sono abbastanza inutili.

Per questi e tanti altri motivi quest’anno ho scelto un regalo per la Festa della Mamma di cui sono davvero soddisfatta: alla mia mamma, golosissima di cioccolato, non ho regalato la classica confezione di cioccolatini, ma un vero albero del cacao (in Limited Edition per la Festa della Mamma).

E’ stato piantato oggi in Camerun e mia mamma (e anch’io, che sono curiosissima!) potrà seguire la sua crescita online, attraverso informazioni ma anche fotografie.

Come regalare un albero online

Un’operazione che sembra complicatissima da realizzare in realtà l’ho portata a termine in 2 minuti con 3 click. Mi sono collegata al sito www.Treedom.net, ho scelto un albero da piantare, e ho subito ricevuto l’attestato da personalizzare.

Nell’area personale ho le coordinate GPS di dove si trova la pianta, come sta e sta crescendo, la sua “carta d’identità” e quanti kg di CO2 assorbirà.
Posso anche decidere di darle un nome a mia scelta!

Treedom_carta-identità

Quali musiche ascoltare con i bambini: le nostre playlist

musica-bambini

A casa mia la musica non manca mai; alle mie playlist ovviamente ora si affiancano anche quelle di Davide con le sue richieste per scegliere il sottofondo dei pomeriggi di gioco e di attività come disegno, letture, messa in ordine della cameretta.
Poiché trascorriamo la giornata in diversi luoghi della casa (e come sappiamo i bambini si spostano a giocare in base a dove si trova la mamma), mi sono organizzata creando su smartphone delle playlist personalizzate che, attraverso il Bluethooth, lancio, ovunque sono nella casa, alla soundbar di Panasonic.

Negli anni gli elenchi di musiche preferite sono cambiate, ma ho sempre seguito i consigli degli esperti e degli psicologi su quali brani presentare e “far assaggiare” ai piccoli.

Non è infatti mai troppo presto per abituare i bambini alla musica: i bimbi iniziano ad apprezzare i suoni fin da quando sono nella pancia della mamma!
Durante gli incontri pre-nascita, viene spiegato ai genitori che i piccoli nell’utero già riconoscono le voci di mamma e papà e che alcune melodie li rilassano.
Nei primi mesi di vita impareranno poi a riconoscere le diverse melodie fino a sviluppare un vero e proprio senso musicale fin dai primi anni.

Quali musiche quindi sono maggiormente consigliate da far ascoltare ai bambini?

Caccia alle uova a tema

Caccia alle uova

Come rendere più divertente la giornata di Pasqua e soprattutto l’apertura delle uova?

A parte piegare e sistemare le grandi carte che avvolgono le uova, organizzare la conservazione della tonnellata di cioccolato e mettere in fila le sorprese trovate, con semplici idee possiamo far divertire i bambini, anche in casa.
Una di questa è la caccia alle uova, ormai diventato un gioco molto diffuso anche in Italia, importato dalla tradizione degli Stati Uniti. L’ideale sarebbe organizzare una caccia alle uova in spazi aperti, soprattutto prati, ma in piccolo possiamo farla anche in casa.

E’ sufficiente organizzarsi preparando i classici indovinelli che porteranno al luogo dove sono riposte le uova di Pasqua, oppure, per i più piccoli, una “mappa del tesoro” (anche disegnata da mamma e papà), con illustrati alcuni simboli della casa importanti per il bambino (es. dove c’è lo spazzolino da denti, o dove è ritirato il latte, etc.).
Il ritrovamento delle uova sarà una vera conquista!
Per rendere la caccia ancora più divertente e appassionante possiamo crearla a tema dei personaggi preferiti dai nostri bambini. Sarà sufficiente preparare indovinelli sui personaggi la cui soluzione permetterà di avere gli indizi per proseguire la caccia.

Baby Sitter: le cose importanti da dirle

Baby sitter

Ci si confronta spesso su come scegliere una baby sitter, quali domande rivolgerle, quale compenso orario accordare, ma risulta importante prepararsi anche su un altro aspetto.

Infatti, una volta scelta la baby sitter, è fondamentale offrirle tutte le informazioni perché possa svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi e, soprattutto, nostro figlio possa trascorrere con lei delle ore in serenità.

Prima di chiudere la porta di casa e lasciarla con il bambino sarà importante aver chiarito con lei:

Siti e app per organizzare un viaggio family friendly

app viaggi

E’ sempre il momento giusto per sognare e organizzare i viaggi!
Che siano viaggi avventurosi per scoprire zone dall’altra parte del mondo o di relax per “staccare la spina” in località vicine, l’importante è organizzare al meglio per rendere piacevole la vacanza a tutta la famiglia (bambini felici=genitori felici).
Io quando pianifico un viaggio non posso fare a meno di alcuni siti/app davvero utili per organizzarsi al meglio.
Questa è la mia “Top 10”!

Costo della vita

La scelta della meta spesso dipende dal suo costo medio della vita, soprattutto quando si viaggia con tutta la famiglia. Eardex è un sito che ti presenta per ogni città e Paese i costi medi degli hotel, dei trasporti, della benzina, ma anche di un Big Mac e di una Coca Cola.

Documenti necessari

Tutti conosciamo almeno una persona che non è potuta partire perché con i documenti non in regola. I problemi sono soprattutto per i documenti dei minori: bisogna essere aggiornati sulle leggi e fare attenzione sulle indicazioni specifiche del Paese che si va a visitare.
Le informazioni precise (e da assolutamente verificare prima di partire) sono riportate sul sito “Viaggiare Sicuri” curato dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

Cosa mettere in valigia

Hai presente la cara vecchia lista di cosa portare con sè? Ora te la fa un programma automaticamente! Inserisci dove andrai, quando, che attività farai e con chi sarai e Packinglistonline ti presenterà la famosa lista con tutte le cose che ti saranno utili, comprese quelle per i bambini ovviamente adatte per la loro età (es. colori, giochi, pigiama, etc.).

Befana “Hygge”: come creare l’atmosfera in casa

Hygge

Hygge” è un’espressione che ultimamente viene spesso usata.
Arriva dalla Danimarca e vuole indicare quell’atmosfera che si crea in modo naturale in ambiente familiare, quando ci si rilassa tutti insieme in casa condividendo del tempo di qualità all’insegna del relax, lasciando fuori preoccupazioni, discorsi poco piacevoli, doveri gravosi, per lasciare spazio alla semplice felicità dello stare insieme.
Se dovessimo spiegarla con un’immagine, l’atmosfera “Hygge” è rappresentata con una famiglia felice distesa insieme sul divano, mentre gusta un tè caldo in un ambiente di casa con luci soffuse, candele accese, e sorrisi sui volti.

Non è l’immagine stereotipata della “Famiglia Mulino Bianco” ma un atteggiamento di vita che Jessica Joelle Alexander e Iben Dissing Sandahl, attraverso il libro bestseller “Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni”, stanno facendo conoscere in tutto il mondo, soprattutto per spiegare una delle sfumature dell’educazione dei bimbi danesi.
Siamo consapevoli che i momenti “hygge” sono utopicamente il desiderio di vita di tutti, ma possiamo ricrearli con naturalezza solo in alcuni momenti specifici, soprattutto considerando le nostre vite frenetiche di genitori lavoratori e con mille impegni quotidiani.

Le feste natalizie sono sicuramente un “momento hygge” naturale: complice lo spirito di festa, il freddo che ci fa stare in casa, le preoccupazioni lavorative lontane e la voglia di stare insieme, sono il momento perfetto per distendersi e vivere questa esperienza.