Orto didattico Milano4

Un grembiule verde con i disegni dei bambini, uno strano cappello in testa, vasi e semi tra le sue mani, un grande sorriso e un’incredibile capacità di coinvolgere i bambini: la Signora Pomodora ad ogni primavera attende i bambini per coinvolgerli in laboratori didattici completamente gratuiti per costruire insieme un orto didattico nel centro della città di Milano!

In una grande città come quella di Milano, dove coltivare, conoscere il nome delle piante, ammirare lo sbocciare dei fiori, non è per nulla scontato, questa è l’occasione per avvicinare i bambini (ma perché no, anche gli adulti), alla scoperta della Natura.

Avere a che fare con la terra è per i bambini un’attività, oltre che didattica, rilassante e divertente, responsabilizzante nel curare qualcosa che si vede crescere giorno dopo giorno.

Tolto il grembiule e il cappello, la Signora Pomodora ritorna ad essere Simona Lisco, mamma di 2 bambini e da anni attrice di teatro… con una grande passione per sensibilizzare i bambini al contatto con la Natura.

Le ho fatto alcune domande:

Orto per bambini: cosa serve per iniziare?

Per iniziare serve un pezzo di terra, tutto qua! Il resto lo mettono Madre Natura e il Teatro!

Qual è il periodo migliore dell’anno per iniziare l’attività?

Sicuramente l’arrivo della primavera risveglia, oltre le piante,i fiori, i profumi e tutti i colori, il desiderio di stare all’aria aperta. Questo è quindi il periodo migliore per impostare un’attività e gettare le basi per stimolare una passione che potrà essere sviluppata anche durante tutto il resto dell’anno. La Natura è generosa e offre le sue bellezze in ogni stagione dell’anno. Con le giuste precauzioni ed equipaggiamenti è possibile sfruttare anche una giornata di pioggia autunnale per un bagno nelle pozzanghere o una nevicata per una battaglia a palle di neve. Certo, l’orto riposa, ma tutto intorno freme di vita. Lì interviene la Signora Pomodora.

Orto didattico Milano5

Come si possono coinvolgere i bambini a seconda dell’età?

A seconda dell’età ci si rivolge ai partecipanti in maniera diversa. Ai bambini della scuola dell’infanzia piace trascorrere un pomeriggio con la Signora Pomodora, una pittoresca donna con grandi stivali rosa, un pomodoro sulla testa e un grembiulone verde pieno di tasche. La sua sola presenza è già un’avventura, perché accompagna i bambini in percorsi misteriosi, conduce le attività con allegria, è gentile, accogliente. Inoltre, è piena di aggeggi e arnesi strani, non esita a sporcarsi, conosce molti giochi e sa usare quello che trova per creare nuovi oggetti. Con la Signora Pomodora a volte sei pittore a volte sei contadino! I bambini più grandi sono più difficili da coinvolgere, con loro è necessario avere pronta una spiegazione scientifica, botanica, insomma, far capire il senso e l’utilità di quello che stanno facendo, hanno bisogno di inserire le loro azioni in un ordine naturale delle cose. Ed è giusto così! Ma anche loro sorridono quando passano Pomodora e il popolo dei Pollicini Verdi.

Orto didattico Milano2

Come fare con i bambini che non vogliono sporcarsi?

Difficilmente si trovano bambini che non amano sporcarsi e anche quelle mamme più preoccupate, messe in quella particolare circostanza, sono disposte a una maggiore tolleranza verso il terribile nemico. D’altra parte, sporcarsi è inevitabile e fa parte della bellezza del gioco! Ma se capita, si danno ai bambini più sensibili, delle palette, zappette, annaffiatoi, strumenti con cui partecipare alle iniziative in maniera serena. E comunque, ci sono sempre le nonne con salviette umidificate e igienizzate pronte a ogni necessità!

Come possiamo creare un orto didattico sul balcone?

Ecco, a questa domande mi è difficile rispondere. Sembra strano, ma la signora Pomodora non ha un gran pollice verde! Suo marito, il Signor Pomodario, invece è di gran lunga più abile! La signora Pomodora ha un approccio con la natura, come dire…estetico ed estatico! Comunque, mi verrebbe da dire: vasi colorati, palette per riconoscere le piante ricavate dai cucchiai di legno, una buona esposizione al sole e poi, come ogni cosa che si ama, perché cresca qualcosa è necessario prendersene cura!

Orto didattico Milano1

Quale attività piace più fare ai bambini durante i tuoi laboratori?

L’attività che in assoluto coinvolge di più i bambini è annaffiare le piante con l’annaffiatoio. Se c’è la canna dell’acqua aperta meglio ancora! Quello è l’appuntamento che chiude le attività dentro l’orto. Poi c’è il farfallario agli orti del Parco Trotter, un luogo specialissimo che sembra uscito da un libro di favole. Lì si leggono e si ascoltano le fiabe degli orti. E davvero, per un momento, sembra di essere in un altrove incantato.

Ma i bambini amano molto anche rivoltare la terra con le palette e creare piccoli manufatti. L’orto per le mani è un insieme di elementi gratificanti, che stimolano molti aspetti del bambino: il suo desiderio di stare all’aria aperta, la predisposizione ad ascoltare le fiabe, la passione per le attività manuali; insegna ad aspettare il proprio turno, a rispettare quello di un altro e a condividere uno spazio comune. Raramente vediamo nascere qualcosa, perché non c’è il tempo di aspettare la crescita naturale dei semi o perché ciò che viene piantato non è stato messo proprio correttamente. Ma ciò che più conta, per tutti, è quello che rimane dell’esperienza in sé!

Orto didattico Milano3

Informazioni sui Laboratori di orto didattico

I Laboratori della Signora Pomodora si svolgono nell’orto del Parco Trotter (Via Giacosa 46, Milano oppure entrata da Via Padova) tutti i giovedì di primavera alle ore 16.45.
Non serve iscriversi ed è gratuito.
Per maggiori informazioni ed essere aggiornati sugli appuntamenti: Amici del Parco Trotter.

TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perderti i prossimi articoli di “Mamma in città”, segui la pagina Facebook!