Skip to content

Brunch per famiglie cosmopolite

Madama Hostel Brunch per famiglie

Ci sono luoghi/locali che propongono eventi per tutti i gusti: serate di musica, di letture, di artisti, di semplice “movida”. Sono i locali che hai sempre cercato, testato, frequentato quando il venerdì era il momento di uscire con gli amici e buttarti senza remore tra la folla che vuole divertirsi.
Poi sei diventata mamma e le tue ricerche sono passata da “locali alla moda” a “locali family friendly” quindi con spazio per il passeggino, non troppo rumore, intrattenimento per i bambini.

E se ti dicessi che ho scovato un locale davvero “cool”, punto di ritrovo serale dei giovani designer (e non solo) in transito da Milano, che nel weekend accoglie le famiglie per un brunch a misura di bambini?

Parchi divertimento: come risparmiare

Parchi divertimento

Li amiamo perché ci fanno tornare bambini, li odiamo per le lunghe file, la folla, i prezzi.
Eppure non ci tiriamo indietro: noi genitori, per la gioia dei nostri figli, cerchiamo dei parchi divertimento per organizzare, soprattutto con la bella stagione, giornate di svago da vivere insieme a tutta la famiglia.

Esiste l’organizzazione perfetta? Non so, ma qui condivido con voi alcuni suggerimenti per rendere l’esperienza senza stress e soprattutto… il più possibile low cost!

Fiabe per bambini: come inventarle e come raccontarle

Fiabe bambini leggere

Arriva sempre più frequente la domanda serale “mamma/papà, mi racconti una storia?”. Così a Davide, quasi 3 anni, leggiamo dei libri con brevi storie adatte alla sua età oppure inventiamo dei racconti con protagonisti i suoi giochi o i suoi compagni di asilo.
Vi svelo un piccolo segreto: io e il mio compagno ci siamo preparati a questo momento!
Circa un anno fa infatti abbiamo frequentato un Laboratorio per adulti, realizzato a Milano da Fa-Voliamo (qui la pagina Facebook), per imparare da educatori esperti come stimolare la fantasia dei bambini attraverso lo strumento della fiaba.

Ho posto a Chiara Ieva di Fa-Voliamo, psicologa specializzata in “fiabaterapia”, alcune domande per aiutare noi genitori a capire come approcciarsi al racconto delle fiabe con i propri figli, fin da quando sono piccoli.

Le maschere che non voglio

Maschere

A Carnevale ci si trasforma in quello che, soprattutto da bambini, si vorrebbe essere: un super eroe invincibile, una principessa bellissima, un animale intrepido.

Una maschera rappresenta il desiderio, l’immagine di chi/cosa si vorrebbe essere; dietro alla maschera ci siamo noi, coperti e nascosti.

Ma non ci sono solo le maschere che ci scegliamo, esistono delle maschere che arrivano davanti a noi e cercano di farci sembrare qualcun altro.

Ci sono per esempio le maschere con cui dobbiamo fare i conti noi mamme: sono le maschere che arrivano dal nostro vissuto, dalle persone accanto a noi, dal banale “si è sempre fatto così”.

Visitare una città con i bambini: come organizzarsi

Visitare una città con i bambini

Visitare una città è un’esperienza che si può vivere con i bambini, anche piccoli?
Certamente sì! Come sempre, la parola d’ordine è “organizzazione”: un viaggio ben pianificato e con i giusti “aiuti” allontana l’ansia dei genitori più timorosi a vivere nuove esperienze con i bambini e può rendere un weekend di scoperta divertente per tutta la famiglia.

Che sia una città a pochi chilometri di distanza dalla propria casa o una località da raggiungere con un viaggio in aereo, questi sono semplici ma importanti accorgimenti che possono trasformare il viaggio in giornate piacevoli per adulti e bambini.

5 app gratuite per bambini 2-5 anni

App bambini

Tecnologia sì o tecnologia no?
E’ giusto vietare l’uso dei mezzi tecnologici ai più piccoli?

Io credo che l’allontanamento dei bambini dai dispositivi tecnologici quotidiani non sia la scelta migliore. La difficoltà è piuttosto accompagnarli nel giusto approccio, e all’utilizzo limitato che non crei dipendenza.

Per questo mio figlio di quasi 3 anni ha accesso al mio tablet dove esiste la cartella “Giochi Davide”. Il suo utilizzo non è libero (mio figlio non può prendere il tablet quando vuole), ma in determinate situazioni, soprattutto fuori casa (es. lunghe attese o viaggi), esploriamo insieme giochi divertenti e interessanti.

Questi sono i 5 che, se avete un figlio dell’età 2-5 anni, dovete assolutamente scaricare.
Sono tutti gratuiti (e disabilitando la connessione del tablet/smartphone non appariranno le pubblicità che potrebbero far uscire il bambino dal gioco).