Skip to content

Prepararsi all’arrivo della Befana: consigli e attività

Befana

Dopo l’adrenalina dell’arrivo di Babbo Natale e delle feste di Capodanno, la festa della Befana può essere per i bambini di oggi un evento poco considerato.

Eppure anche la figura della Befana è una tradizione popolare importante in tutta Italia, con la sua magia e il mistero che avvolgono la vecchietta che vola sulla scopa per portare regali e dolciumi ai bimbi buoni e carbone a quelli monelli.

In questi giorni che precedono il 6 gennaio, complici le giornate trascorse in casa, possiamo coinvolgere i bambini nell’attesa della famosa vecchietta con attività che stimoleranno la loro fantasia e creatività.

Letterina per la Befana

Chi ha detto che si scrive la letterina solo a Babbo Natale? E se ne creassimo una anche per la Befana? Attenzione però, qui non non saranno da scrivere i regali desiderati dai bambini perché la Befana non porta giochi importanti come Babbo Natale, ma sarà da stilare l’elenco delle motivazioni per convincere la Befana che ci è comportati bene.
Un bellissimo modello, pronto da colorare e scrivere, lo si può scaricare gratuitamente dal sito dell’illustratrice Burabacio.

Circo Paniko, il circo “alternativo” che sta affascinando l’Italia!

mde

Circo Paniko è una compagnia che sradica il vecchio concetto di circo.
Del circo c’è l’atmosfera, e tanta, del tendone colorato che racchiude magie che fanno fare “wow” a bambini ed ad adulti. Ma anche “tendone” non è la parola giusta: si tratta infatti di 2 piccole tende da circo: una con la biglietteria, la grande macchina dei pop-corn e la dispensatrice di birra, e l’altra dove si svolge lo spettacolo e accoglie gli spettatori in un ambiente “intimo”, dove il pubblico diventa quasi parte dello spettacolo.

sdr

dav

L’atmosfera è sicuramente in stile “vintage” e appena arrivati vi sentirete come entrati in un’altra dimensione, fatta di arte, musica, condivisione.

Circo Paniko: perché è un circo alternativo

Circo Paniko sta riscuotendo successo in tutta Italia in particolare perché riesce a realizzare qualcosa che oggi è raro trovare: sa affascinare.
I suoi ingredienti del successo? Sono andata a vedere un suo spettacolo e ho scoperto che:

Cinemamme: al cinema col passeggino!

Cinemamme

Problema: sei mamma di un neonato, vuoi uscire da casa ma non sai dove andare. Dopo l’ennesimo giro al parchetto sai a memoria ogni filo d’erba che lo compone, lo shopping per i negozi è un su e giù continuo col passeggino e i discorsi dei gruppi di mamme focalizzati su ansie, latte e pappe, spannolinamenti ti stanno soffocando.

Soluzione: puoi andare al museo, fare fitness al parco oppure… rilassarti con un film al cinema!!!
Sì, anche con un neonato! 🙂

A Milano (e anche in altre città d’Italia) ci sono proiezioni di film appena usciti nelle sale (mica vecchi o di nicchia!) riservate a mamme, papà, nonni, zii, babysitter… con pupi da 0 a 18 mesi!

Agriturismi vicino a Cagliari per famiglie

agriturismi cagliari

Immancabile per chi trascorre una vacanza in Sardegna, un pranzo o una cena presso un agriturismo. Qui si possono gustare i piatti tipici (maialetto, ravioli, culurgiones) realizzati con ingredienti genuini e con ricette originali.
E’ come entrare in una casa sarda e assaggiare le specialità culinarie che la famiglia si tramanda da generazioni.

Sono spesso posti rustici ma genuini, dove l’accoglienza, il calore, la bontà dei piatti, i costi contenuti sono i fiori all’occhiello.
E’ l’occasione anche per trascorrere un pranzo o una cena in strutture che presentano ampi spazi esterni dove i bambini possono correre e giocare.

E’ però doveroso un alert: se avete bimbi piccoli sappiate che è molto raro trovare in queste strutture un fasciatoio ed è bene, quando si prenota, chiedere la disponibilità di seggioloni.

Ho selezionato strutture che si trovano attorno alla città di Cagliari, molto frequentate anche dalle famiglie sarde che amano trascorrere una domenica appena fuori dalla città.
L’elenco è in continuo aggiornamento: se volete segnalare altri agriturismi a misura di famiglie scrivete a mammaincitta@gmail.com!

Impostate il navigatore della vostra macchina (spesso per trovare le strade giuste per arrivare negli agriturismi è tutt’altro che semplice!) e buon pranzo/cena con tutta la famiglia!

Lego per mamme e papà: i gadget più richiesti

Lego

Lego Duplo, Lego a tema, Lego per bambine, Lego in edizione limitata: il mondo Lego entra prepotentemente nella vita di noi genitori!
E per fortuna il gioco tanto amato dai bambini da generazioni è un gioco educativo che stimola fantasia, creatività, ingegno.
Ma ci sono anche tanti adulti affascinati dal mondo Lego: li utilizzano come passatempo, come anti-stress e anche come metodo organizzativo. Addirittura diverse aziende hanno ospitato workshop sulla metodologia LEGO Serious Play (LSP) utili per attività di team building, problem solving e organizzazione di progetti e strategie.

Il mondo Lego ha quindi molti fans anche tra gli adulti, anche loro a caccia di giochi e gadget targati dal marchio dei mattoncini più famosi al mondo.

Libro “Organizza creativamente con i LEGO: Idee e strumenti per insegnare l’organizzazione ai bambini in modo efficace e divertente”

Organizza-creativamente-con-i-lego

Deborah Dabini è mamma, ingegnere gestionale e blogger! Come fa ad organizzare tutto? Con il metodo Lego di cui lei è una vera appassionata! In questo libro facile e ben scritto suggerisce come utilizzare i Lego per organizzare la quotidianità dei figli, come realizzare oggetti utili per la camera dei bambini e per la casa, come utilizzarli per instillare la cultura dell’organizzazione in modo divertente ai propri figli.

Penna Lego

Penna-Lego

Il vero appassionato di Lego lo è sempre, anche mentre fa i compiti o mentre è in ufficio o in riunione. La penna Lego porterà buonumore nel risolvere anche i compiti più difficili!

Arredamento per bambini: i “must have”

Tappeto-bambiniLe scelte più importanti sull’arredamento si fanno quando si costruisce per la prima volta la propria casa da single, all’inizio di una convivenza o dopo il matrimonio,

Ma poi, lo sappiamo, le esigenze, la ricerca di comodità e soprattutto la voglia di aggiornare e dare nuova vita agli spazi dove abitiamo, ci portano a comprare spesso oggetti di arredamento che danno negli anni sempre diversi “tocchi” di creatività e personalizzazione alla nostra casa.

Soprattutto con l’arrivo dei figli, gli spazi di casa vengono rivoluzionati: ho visto negli anni case di coppie di genitori completamente stravolte con arredamenti diversi da quelli originari prima dell’arrivo dei bambini, i quali cambiano le abitudini e le necessità soprattutto domestiche.

Quali sono i complementi di arredamento “must-have” nelle case delle famiglie con età pre-scolare?

Lampade per bambini

Il concetto di illuminazione cambia in una casa abitata da un bambino piccolo. Il buio totale non esiste più: gran parte dei bambini si sentono sicuri a dormire con una luce accesa accanto a loro, e anche per i più grandicelli è utile nel caso si debbano alzare di notte.
Le lampade così diventano un complemento importante: utili e di design si posizionano non solo nella cameretta dei bambini, ma anche in soggiorno e nei punti relax dove si leggono i libri, si fanno i giochi più tranquilli e si respira tutti insieme un po’ di atmosfera “hygge” nella propria casa.

Tappeti per bambini

Appena i bambini iniziano a gattonare, il pavimento diventa per loro il posto preferito dove sperimentare, muoversi, giocare. Soprattutto nei mesi invernali, gran parte dei pavimenti di casa sono freddi e risulta necessario posizionare dei tappeti su cui i bambini possano giocare in sicurezza. Chi invece ha scelto pavimenti di legno riscontra meno il problema della temperatura, ma rischia graffi e danni.
I tappeti diventano presto delle “isole” su cui i bambini trascorrono gran parte del loro tempo in casa durante i giochi: è il loro piccolo regno, a volte anche un gioco stesso, come quando rappresentano una pista di macchine, un campo di calcio, un castello di principesse.