Skip to content

Tempo libero

Agriturismi per bambini vicino a Milano

Agriturismi per bambini

Vivere in città incrementa il desiderio, e l’esigenza, soprattutto quando si hanno dei bambini, di organizzare momenti e giornate a contatto con la natura, alla scoperta degli animali che vivono in fattoria e di trascorrere pomeriggi rilassanti con altre famiglie.

Per questo cresce sempre più la ricerca di validi agriturismi alle porte della città: facili da raggiungere, adatti ad accogliere anche bimbi piccoli e con attività ludico-didattiche per intrattenere i piccoli ospiti.

Attorno a Milano esistono diverse ottime realtà di agriturismi e fattorie didattiche attrezzate per accogliere le famiglie.
Per ogni agriturismo descritto troverai le proposte per il weekend (soprattutto la domenica) e perché è adatto ai bambini. In tutti è molto consigliato prenotare (soprattutto per i weekend) con una telefonata (alcuni non leggono frequentemente le e-mail) in anticipo.
Questo elenco è in continuo aggiornamento: per segnalzioni scrivi a mammaincitta@gmail.com!

Agriturismi per bambini a Milano e provincia

Agriturismo Ranza, Milano

Una cascina/agriturismo proprio in città, a nord di Bicocca, ideale per chi ha problemi a muoversi, soprattutto con i bambini. Asini, pulcini, pecore, maiali, oche, mucche sorprenderanno i piccoli: sono incontri inconsueti in città! E’ inoltre possibile richiedere un giretto sull’asinello.
Il menu fisso è a scelta adulti – a 35 euro- o bambini (dai 3 ai 10 anni).
Telefono: 320 462 2671

Cascina Selva, Ozzero (Milano)

E’ un agriturismo con anche Bed&Breakfast vicino ad Abbiategrasso.
Dal 2005 è una delle Fattorie didattiche accreditate dalla Regione Lombardia.
Propone giornate didattiche a contatto con gli animali per le scolaresche, mentre nei pomeriggi dei weekend prevede per i bambini laboratori (es. preparazione pane, biscotti) e visite guidate della fattoria.
I menu, con piatti preparati con prodotti biologici e a Km Zero, sono stagionali e fissi  (30 euro), con sconti per i bambini a seconda dell’età.
Nella bella stagione è possibile mangiare all’aperto, nel portico che garantisce l’ombra.
Telefono: 02 940 7039

Cascina Guzzafame, Gaggiano (Milano)

Forse l’agriturismo per bambini più conosciuto sul territorio lombardo, propone tantissimi appuntamenti per i bambini: preparazione della pasta fatta in casa, dei biscotti, pigiatura dell’uva, laboratorio di manipolazioni sensoriali, etc.
La domenica il menu a prezzo fisso è a 35 euro, bevande e coperto esclusi, 15 euro per i bambini 4-10 anni (menu semplificato su richiesta), 5 euro per il menu sotto i 4 anni.
Il sabato il menù ha un primo solo e il costo è di 30 euro, bevande e coperto esclusi, stessi prezzi per i bimbi rispetto alla domenica. La fattoria didattica con vitellini, mucche, è organizzata da educatori che spiegano anche la coltivazione della terra; la cascina inoltre organizza campus anche giornalieri per le chiusure scolastiche durante tutto l’anno.
Telefono: 345 059 2882 – 331 638 3207

Cascina Guzzafame2

Cascina Guzzafame1

Sardegna in miniatura: il parco divertimenti più grande della Sardegna

Sardegna-in-miniatura1

Sardegna non significa solo sole e mare.
Vi ho raccontato per esempio cosa poter fare in Sardegna di alternativo con i bambini nel post “6 esperienze da fare in Sardegna con i bambini”, per scoprire l’isola e vivere esperienze originali.

Ma in Sardegna c’è anche un parco divertimenti che si sta rinnovando ogni anno e sta diventando un importante polo non solo di divertimento ma anche didattico della regione.

Una visita con i bambini vale sicuramente!

Cosa vedere a Sardegna in Miniatura

Il nome può trarre in inganno: infatti “Sardegna in miniatura” non è solo una riproduzione in scala dell’isola, l’attrazione originaria del sito, ma è anche un planetario (in collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Cagliari), un parco dei dinosauri, la ricostruzione di un villaggio nuragico, e, novità 2018, un ecosistema tropicale ricostruito con flora e fauna della foresta.

Regali educativi per i primi giorni di scuola (e per continuare alla grande)

Ormai la campanella di inizio delle lezioni è suonata in tutte le scuole d’Italia: bambini al loro primo giorno di scuola, bambini desiderosi di ritrovare i compagni, altri alle prese (con i genitori) con il periodo di inserimento, stanno vivendo giornate intense di nuove abitudini, equilibri, routine.
Sono anche i primi giorni di pomeriggi trascorsi a casa, lontani da spiagge e vacanze.

E’ ora di organizzarsi con divertenti ed educativi passatempi per affrontare le ore post-scuola, soprattutto dei più piccoli.

Ecco allora qualche idea su come intrattenere i bambini e nello stesso tempo “premiarli” per il loro ritorno a scuola.

Libro personalizzato “La magia del mio nome”

Tuo figlio può essere il protagonista di un libro di fiabe… sì!
Con “La magia del mio nome” di “The Story Tailors” puoi creare un libro personalizzato con il nome di tuo figlio, ma anche con la scelta delle caratteristiche del protagonista illustrato, in modo che il bambino si possa identificare: il colore della carnagione, dei capelli, etc.
La storia racconta l’avventura di un bambino (o bambina, a seconda della personalizzazione) che va alla ricerca del significato del suo nome. Incontrerà lungo il percorso animali e strani personaggi che lo aiuteranno a trovare un aggettivo per ogni lettera che compone il suo nome.
Anche la dedica iniziale del libro è totalmente personalizzabile.
Noi abbiamo ovviamente una copia personalizzata per Davide che leggiamo ogni sera come libro della buonanotte. E’ straordinaria la meraviglia del bambino che si riconosce nel libro… effetto “wow” assicurato!

Libro-personalizzato

Libri per gestire la rabbia dei bambini

Bambini e rabbia: sembra quasi una dualità impossibile, ma non per chi è genitore.
Gli “angelici” bambini in realtà, soprattutto verso i 3 e 4 anni, possono avere diversi momenti di rabbia, con la disperazione di mamme e papà che non sanno come comportarsi.

La motivazione, come gli psicologi ci spiegano, è che i bambini provano un’emozione che non riescono a gestire e che così si ingigantisce. Infatti i motivi scatinanti di veri scatti d’ira nei bambini sono per lo più molto banali: un gioco rotto, un no di un genitore, una piccola gelosia tra fratelli o amici.

Non è semplice, ma un genitore di fronte a questi episodi dovrebbe mantenere la calma e rassicurare il bambino per aiutarlo nella gestione di qualcosa che lo sta sconvolgendo e lui da solo non riesce ancora a dominare.

La letteratura per l’infanzia affronta questo tema con ottimi libri che riescono a dare elementi utili al bambino per comprendere cosa gli succede quando si sente arrabbiato.

Libri per bambini sulla rabbia

 

Il più celebre (e amato da genitori e bambini) è Che rabbia di Mireille d’Allancé (Babalibri).

Libri Rabbia1
E’ la storia breve ma magistralmente illustrata di Roberto, un bambino che si sente salire qualcosa di strano fino alla sua gola e che uscirà dalla sua bocca: un grande mostro rosso che inizia a distruggere la sua camera. Fino a quando Roberto gli dice di andarsene e allora lui diventa piccolo piccolo, fino ad entrare in una piccola scatola che il bambino chiude.
Il mostro rosso è proprio la rabbia.

Libri Rabbia2

Libri Rabbia3

Come ritrovare l’orsetto perso

orsetto

Gli incubi materni hanno diverse forme. Una di queste è che il tanto amato orsetto, doudou o gioco preferito del figlio si perda, magari durante una passeggiata in città.

Chi ha vissuto questo dramma mi ha raccontato di bambini che non volevano addormentarsi, di pianti incessanti e di sensi di colpa che nascono nei genitori per averlo perso.

Non è raro vedere affissi sui pali della luce i classici cartelli “wanted” non di pericolosi pistoleri, ma di teneri peluche andati persi in zona.

Uno strumento online per la ricerca dell’orsetto perso

Valentina, mamma milanese di Cecilia che ora ha due anni, ha avuto un’eccellente idea: se Facebook è il mezzo che più di tutti rende virali notizie e appelli, perchè non utilizzarlo anche per aiutare questi genitori nella ricerca dei giochi persi?
Ha creato così una pagina Facebook dal nome esplicito: “Ho perso l’orsetto”.
Su questa pagina vengono pubblicati gli appelli dei genitori alla ricerca di giocattoli persi in città: viene mostrata la foto del giocattolo e vengono date le indicazioni della zona in cui si è smarrito. Inizia così il tam tam delle condivisioni per espandere la ricerca tra i genitori della zona.

Magicabum: il parco divertimenti vintage che pochi conoscono

MagicaBum trenino

Sembra una delle storie che si leggono sui libri di favole. 
Un signore appassionato di giostre per bambini si dedica a costruire lui stesso ambienti e giochi.
E un bel giorno decide di rendere disponibili a tutti i bambini che lo desiderano le sue costruzioni.

Magicabum è un parco divertimenti unico e particolare: siamo distantissimi dalla filosofia dei grandi parchi. E’ un parco di dimensioni ridotte, le giostre sono le classiche con cui anche noi genitori siamo cresciuti e il personale è composto da ragazzi che attivano le giostre su richiesta (a seconda dell’afflusso di gente). E’ definito “Family Park” e la sensazione è proprio quella: di essere in un giardino di amici pieno di giochi. Oltre che, per noi adulti, è anche quella di riaccendere la magia e i ricordi nell’entrare in un posto rimasto intatto dalla nostra infanzia, con giostre “vintage” e personaggi da noi amati da bambini, come i puffi.

Cos’è Magicabum

Magicabum è un parco divertimenti di ridotte dimensioni adatto soprattutto a bambini da 1 anno a 6/7 anni (anche se le giostre sono utilizzabili dai bambini fino a 14 anni).
Si sviluppa su un grande prato di 7000 mq suddiviso per tematiche: la zona delle giostrine, la zona degli sport, la zona del western, la zona bar con i giochi giganti da tavolo (dama, forza 4).