Skip to content

Tempo libero

In cucina con i bambini: oggetti per cucinare insieme

Cucinare è un’attività molto stimolante per i bambini; didatticamente scoprono i “segreti” di come si compongono i piatti che mangiano, gli ingredienti utilizzati per preparare le pietanze e i sapori, viene stimolata la loro creatività, e nello stesso tempo svolgono azioni che aiutano lo sviluppo della coordinazione e del senso logico (es. mescolare con un cucchiaio di legno, o disporre ordinatamente delle fette in una teglia). Non da ultimo l’attività del cucinare con i genitori crea fiducia nel bambino che si sente partecipe e d’aiuto in un’attività svolta dagli adulti, oltre che ricevere una gratificazione immediata nel vedere realizzato qualcosa creato da sè e che viene apprezzato e consumato da tutta la famiglia.

Pur non essendo io un’amante della cucina, ho scoperto in questi anni da mamma risorse online che suggeriscono ricette facili da preparare con i bambini, con grande entusiasmo di mio figlio. Anche molti famosi food blogger hanno raccontato alcune ricette da realizzare con i bambini (le loro ricette sono state raccolte in questo articolo dell’HuffingtonPost).

Cosa serve per preparare una “sessione di cucina” con i bambini

  • Un grembiule per il bambino che, oltre a proteggerlo dalle macchie, gli darà la “divisa” da cuoco. E’ sufficiente anche un grembiule da adulto con un nodo nella cordina dietro la nuca.
  • Un cappello da chef, stile il topino del film Ratatouille, realizzato anche con la carta. Su YouTube puoi trovare diversi tutorial su come realizzarlo.
  • Ciotole e vasetti in cui posare e preparare gli ingredienti: l’ordine sul tavolo aiuterà il bambino a seguire meglio la ricetta e capirne le varie fasi.

Oggetti originali per cucinare con i bambini

Creare insieme è sicuramente ancora più divertente utilizzando oggetti per cucinare pensati per i bambini (ma che piacciono tanto anche agli adulti).
Il sito DottorGadget è specializzato in regali originali, con anche un’ampia selezione di regali per bambini. Sfogliando i numerosi prodotti, si scoprono complementi di cucina che rendono ancora più appassionante cimentarsi nella preparazione di gustosi piatti.

Spargizucchero da fata

Un, due, tre e magia…. immaginate di dare l’ultimo tocco alla torta tolta dal forno con questa bacchetta magica che sparge zucchero a velo sul vostro dolce. Sarà una merenda davvero magica, magari da condividere con gli amici!

spargizucchero-da-fata

Keep calm and fai la mamma! – Il libro di Mamma in città

Keep calm and fai la mamma

“Keep calm and fai la mamma!” è il libro che contiene i post più letti, quelli più commentati e più “sentiti”, pubblicati in questi anni sul blog Mamma in città.

Undici Edizioni mi ha proposto questa sfida e, dopo ragionamenti e pensieri, ho deciso di coglierla: trasformare gli articoli scritti per il web in un manuale per le neomamme.
E’ stato un lavoro di selezione, catalogazione, sistemazione per preparare un libro che fosse leggero nei contenuti e nella forma (le mamme, soprattutto di bambini piccoli, non hanno molto tempo libero a disposizione) ma che potesse offrire consigli concreti e subito applicabili.
E così, a metà dicembre, il libro è nato!

Di cosa parla “Keep calm and fai la mamma!”

Vivere l’esperienza di diventare genitori oggi, più che mai, non è semplice.
Immagini stereotipate ci hanno abituato a famiglie felici con bebè sempre placidi e sorridenti e mamme rilassate e appagate. La realtà il più delle volte non è questa; ci si accorge presto che i bimbi sono per natura irrequieti, i ritmi lavorativi e lo stress quotidiano mettono in difficoltà le mamme e i servizi a misura di bebè scarseggiano.

Le soluzioni però ci sono: in un mondo (e anche in un’Italia) che giorno dopo giorno si sta trasformando per andare incontro alle nuove esigenze delle famiglie, nascono app, servizi, piattaforme online e reti tra genitori che semplificano la vita dei genitori moderni, tecnologici, appassionati viaggiatori e alla ricerca di nuove possibilità per crescere ed educare i propri figli.

Questo manuale presenta una serie di consigli pratici per aiutare la vita di genitori, da come vivere la città con i figli, a consigli per viaggiare con i piccoli al seguito, a come e dove trovare strutture family-friendly.

Circo Paniko, il circo “alternativo” che sta affascinando l’Italia!

mde

Circo Paniko è una compagnia che sradica il vecchio concetto di circo.
Del circo c’è l’atmosfera, e tanta, del tendone colorato che racchiude magie che fanno fare “wow” a bambini ed ad adulti. Ma anche “tendone” non è la parola giusta: si tratta infatti di 2 piccole tende da circo: una con la biglietteria, la grande macchina dei pop-corn e la dispensatrice di birra, e l’altra dove si svolge lo spettacolo e accoglie gli spettatori in un ambiente “intimo”, dove il pubblico diventa quasi parte dello spettacolo.

sdr

dav

L’atmosfera è sicuramente in stile “vintage” e appena arrivati vi sentirete come entrati in un’altra dimensione, fatta di arte, musica, condivisione.

Circo Paniko: perché è un circo alternativo

Circo Paniko sta riscuotendo successo in tutta Italia in particolare perché riesce a realizzare qualcosa che oggi è raro trovare: sa affascinare.
I suoi ingredienti del successo? Sono andata a vedere un suo spettacolo e ho scoperto che:

Agriturismi vicino a Cagliari per famiglie

agriturismi cagliari

Immancabile per chi trascorre una vacanza in Sardegna, un pranzo o una cena presso un agriturismo. Qui si possono gustare i piatti tipici (maialetto, ravioli, culurgiones) realizzati con ingredienti genuini e con ricette originali.
E’ come entrare in una casa sarda e assaggiare le specialità culinarie che la famiglia si tramanda da generazioni.

Sono spesso posti rustici ma genuini, dove l’accoglienza, il calore, la bontà dei piatti, i costi contenuti sono i fiori all’occhiello.
E’ l’occasione anche per trascorrere un pranzo o una cena in strutture che presentano ampi spazi esterni dove i bambini possono correre e giocare.

E’ però doveroso un alert: se avete bimbi piccoli sappiate che è molto raro trovare in queste strutture un fasciatoio ed è bene, quando si prenota, chiedere la disponibilità di seggioloni.

Ho selezionato strutture che si trovano attorno alla città di Cagliari, molto frequentate anche dalle famiglie sarde che amano trascorrere una domenica appena fuori dalla città.
L’elenco è in continuo aggiornamento: se volete segnalare altri agriturismi a misura di famiglie scrivete a mammaincitta@gmail.com!

Impostate il navigatore della vostra macchina (spesso per trovare le strade giuste per arrivare negli agriturismi è tutt’altro che semplice!) e buon pranzo/cena con tutta la famiglia!

Lego per mamme e papà: i gadget più richiesti

Lego

Lego Duplo, Lego a tema, Lego per bambine, Lego in edizione limitata: il mondo Lego entra prepotentemente nella vita di noi genitori!
E per fortuna il gioco tanto amato dai bambini da generazioni è un gioco educativo che stimola fantasia, creatività, ingegno.
Ma ci sono anche tanti adulti affascinati dal mondo Lego: li utilizzano come passatempo, come anti-stress e anche come metodo organizzativo. Addirittura diverse aziende hanno ospitato workshop sulla metodologia LEGO Serious Play (LSP) utili per attività di team building, problem solving e organizzazione di progetti e strategie.

Il mondo Lego ha quindi molti fans anche tra gli adulti, anche loro a caccia di giochi e gadget targati dal marchio dei mattoncini più famosi al mondo.

Libro “Organizza creativamente con i LEGO: Idee e strumenti per insegnare l’organizzazione ai bambini in modo efficace e divertente”

Organizza-creativamente-con-i-lego

Deborah Dabini è mamma, ingegnere gestionale e blogger! Come fa ad organizzare tutto? Con il metodo Lego di cui lei è una vera appassionata! In questo libro facile e ben scritto suggerisce come utilizzare i Lego per organizzare la quotidianità dei figli, come realizzare oggetti utili per la camera dei bambini e per la casa, come utilizzarli per instillare la cultura dell’organizzazione in modo divertente ai propri figli.

Penna Lego

Penna-Lego

Il vero appassionato di Lego lo è sempre, anche mentre fa i compiti o mentre è in ufficio o in riunione. La penna Lego porterà buonumore nel risolvere anche i compiti più difficili!

Arredamento per bambini: i “must have”

Tappeto-bambiniLe scelte più importanti sull’arredamento si fanno quando si costruisce per la prima volta la propria casa da single, all’inizio di una convivenza o dopo il matrimonio,

Ma poi, lo sappiamo, le esigenze, la ricerca di comodità e soprattutto la voglia di aggiornare e dare nuova vita agli spazi dove abitiamo, ci portano a comprare spesso oggetti di arredamento che danno negli anni sempre diversi “tocchi” di creatività e personalizzazione alla nostra casa.

Soprattutto con l’arrivo dei figli, gli spazi di casa vengono rivoluzionati: ho visto negli anni case di coppie di genitori completamente stravolte con arredamenti diversi da quelli originari prima dell’arrivo dei bambini, i quali cambiano le abitudini e le necessità soprattutto domestiche.

Quali sono i complementi di arredamento “must-have” nelle case delle famiglie con età pre-scolare?

Lampade per bambini

Il concetto di illuminazione cambia in una casa abitata da un bambino piccolo. Il buio totale non esiste più: gran parte dei bambini si sentono sicuri a dormire con una luce accesa accanto a loro, e anche per i più grandicelli è utile nel caso si debbano alzare di notte.
Le lampade così diventano un complemento importante: utili e di design si posizionano non solo nella cameretta dei bambini, ma anche in soggiorno e nei punti relax dove si leggono i libri, si fanno i giochi più tranquilli e si respira tutti insieme un po’ di atmosfera “hygge” nella propria casa.

Tappeti per bambini

Appena i bambini iniziano a gattonare, il pavimento diventa per loro il posto preferito dove sperimentare, muoversi, giocare. Soprattutto nei mesi invernali, gran parte dei pavimenti di casa sono freddi e risulta necessario posizionare dei tappeti su cui i bambini possano giocare in sicurezza. Chi invece ha scelto pavimenti di legno riscontra meno il problema della temperatura, ma rischia graffi e danni.
I tappeti diventano presto delle “isole” su cui i bambini trascorrono gran parte del loro tempo in casa durante i giochi: è il loro piccolo regno, a volte anche un gioco stesso, come quando rappresentano una pista di macchine, un campo di calcio, un castello di principesse.