Skip to content

dolceattesa

Quali musiche ascoltare con i bambini: le nostre playlist

musica-bambini

A casa mia la musica non manca mai; alle mie playlist ovviamente ora si affiancano anche quelle di Davide con le sue richieste per scegliere il sottofondo dei pomeriggi di gioco e di attività come disegno, letture, messa in ordine della cameretta.
Poiché trascorriamo la giornata in diversi luoghi della casa (e come sappiamo i bambini si spostano a giocare in base a dove si trova la mamma), mi sono organizzata creando su smartphone delle playlist personalizzate che, attraverso il Bluethooth, lancio, ovunque sono nella casa, alla soundbar di Panasonic.

Negli anni gli elenchi di musiche preferite sono cambiate, ma ho sempre seguito i consigli degli esperti e degli psicologi su quali brani presentare e “far assaggiare” ai piccoli.

Non è infatti mai troppo presto per abituare i bambini alla musica: i bimbi iniziano ad apprezzare i suoni fin da quando sono nella pancia della mamma!
Durante gli incontri pre-nascita, viene spiegato ai genitori che i piccoli nell’utero già riconoscono le voci di mamma e papà e che alcune melodie li rilassano.
Nei primi mesi di vita impareranno poi a riconoscere le diverse melodie fino a sviluppare un vero e proprio senso musicale fin dai primi anni.

Quali musiche quindi sono maggiormente consigliate da far ascoltare ai bambini?

5 cose che forse non sai sul latte materno

 

Latte materno

Prima di partorire mi ero informata sull’allattamento leggendo e frequentando corsi; poi ho allattato per 15 mesi, non senza difficoltà.
Eppure, durante il Simposio Medela a cui ho partecipato lo scorso aprile, sono venuta a conoscenza di incredibili nuove scoperte sul latte umano che neanche immaginavo.

Vediamo se tu le conosci già!

1 Il latte materno “cura” il bambino quando è ammalato

Non si è ancora scientificamente scoperta la dinamica per dare una spiegazione a questo fenomeno: se il bambino è ammalato il latte che produce la sua mamma è differente, è “curativo” rispetto alla malattia del bambino.
Si sta studiando come il corpo materno riceve “l’informazione” dal corpo del bambino e come l’organismo si attiva per produrre un latte diverso.

Fascia porta bebè: quale scegliere?

Gina-Barilla
Francesca Praga, Istruttrice del portare

Francesca Praga non è solo l’anima di Gina Barilla, la protagonista dell’omonimo blog, ma è soprattutto una mamma di 3 bambini, un’infermiera professionista e un’istruttrice certificata del portare, cioè supporta le neomamme a trovare la fascia più adatta alle loro esigenze e le accompagna nell’imparare le corrette legature per portare.

Cosa bisogna sapere se si vuole usare una fascia?
Ho rivolto a Francesca le 4 domande fondamentali che si pone ogni neomamma all’inizio dell’avventura del portare.

Mini-guida essenziale per la gravidanza

Consigli Gravidanza

Troppi pareri, tanti dubbi, una vita che sta per essere (felicemente) sconvolta: una quasi mamma vive spesso i mesi precedenti al parto in un vortice di domande e informazioni.

Ho cercato, con l’aiuto di 2 ostetriche qualificate, di preparare una mini-guida con le domande più comuni tra le future mamme.

Quali sono gli argomenti principali affrontati durante un corso di accompagnamento alla nascita (CAN)?

Durante un corso di accompagnamento alla nascita si affrontano insieme alla donna diversi argomenti, includendo sia la sfera fisica che quella psichica ed emotiva. Eccone alcuni:

Noi, la città, i figli: come ci eravamo immaginate?

citta

No, non è come te l’eri immaginato: quando hai un neonato tra le braccia -e tu non sei la zia, l’amica dei genitori, la vicina di casa, ma la Mamma – capisci che le tue proiezioni sul mondo fantastico dei bambini si trasformano in fretta in una realtà diversa.

Ce lo racconta bene The Swinging Mom, mamma di tre figli, nel suo post “Ti immaginavo peluche”  e Moms about town con l’articolo “Vita coi figli Pantone Rose Quartz e Serenity”.

Ma noi, “Mamme in città”, come ci immaginavamo, dopo aver frequentato feste, corsi, laboratori, locali cool, di vivere la nostra città con pargoli al seguito?
Diciamo la verità? 😉

Cosa cambia quando diventi mamma

video-plasmon

Diventi mamma e la tua vita cambia: ok, questo lo sapevi, vero?
Ma se poni attenzione attorno a te ti accorgerai che anche gli oggetti con cui hai a che fare tutti i giorni si trasformano appena hai un bimbo.

Qualche esempio?

Le calze: collant a rete, con fiori di pizzo e quelli sottili da 20 denari finiscono in fondo al cassetto. Al loro posto nuove calze arcobaleno e addirittura alcune antiscivolo, come quelle del tuo bimbo, pronte da indossare quando dovrai accompagnarlo in ludoteca o negli spazi gioco.

Il salotto: ehm… davvero hai ancora un salotto? Sicura che non sia il luna park di tuo figlio?