Skip to content

Nascita

Smash cake: la nuova moda per festeggiare il primo compleanno

SmashCake (3)

Smash cake: arriva dagli USA ed è la nuova moda per festeggiare in modo originale il primo compleanno del figlio.
Sì, come si capisce dal nome è qualcosa di molto molto dolce…

Cos’è lo smash cake?

Lo smash cake consiste nel preparare una torta colorata, posizionarla di fronte al bambino e lasciare che la mangi “senza regole”: prendendone pezzi con le mani, buttando la faccia nella torta, divertendosi a giocare con il dolce creato tutto per lui. Smash significa proprio distruggere.
L’azione viene immortalata con foto che ricorderanno la divertente situazione.

La torta può essere realizzata con creatività a piacere apposta per gli scatti fotografici oppure essere la versione mini della torta grande che sarà poi condivisa durante la festa con parenti e amici.

Ci sono già in Italia agenzie e fotografi che organizzano smash cake professionali: set fotografici in cui ambientare il festeggiamento, pasticceri specializzati nel creare torte apposta per l’evento e anche abiti per vestire il bambino in questo giorno speciale.

Smash cake fai da te

Si può però organizzare anche uno smash cake low cost, attingendo da tanti consigli che arrivano dal web.

Neomamme: aiuti e servizi anti stanchezza

neomamme

Quanto può essere stanca una neomamma? Solo chi ha vissuto l’esperienza può capire cosa significa essere alle prese con: allattamento, nuove responsabilità, un piccolo che piange per motivazioni che non capiamo, visite (spesso non gradite) di parenti che arrivano nella casa dei neogenitori, notti in bianco e poco tempo anche per semplicemente consumare un pasto o farsi una doccia.

La società si sta mutando alla velocità della luce: oggi le mamme (e i papà) si ritrovano spesso soli, senza aiuti esterni, soprattutto in contesti di grandi città.
Tutto però è superabile con una buona organizzazione e innovativi servizi nati proprio per aiutare i neogenitori alle prese con i primi mesi del nuovo arrivato!

Quali musiche ascoltare con i bambini: le nostre playlist

musica-bambini

A casa mia la musica non manca mai; alle mie playlist ovviamente ora si affiancano anche quelle di Davide con le sue richieste per scegliere il sottofondo dei pomeriggi di gioco e di attività come disegno, letture, messa in ordine della cameretta.
Poiché trascorriamo la giornata in diversi luoghi della casa (e come sappiamo i bambini si spostano a giocare in base a dove si trova la mamma), mi sono organizzata creando su smartphone delle playlist personalizzate che, attraverso il Bluethooth, lancio, ovunque sono nella casa, alla soundbar di Panasonic.

Negli anni gli elenchi di musiche preferite sono cambiate, ma ho sempre seguito i consigli degli esperti e degli psicologi su quali brani presentare e “far assaggiare” ai piccoli.

Non è infatti mai troppo presto per abituare i bambini alla musica: i bimbi iniziano ad apprezzare i suoni fin da quando sono nella pancia della mamma!
Durante gli incontri pre-nascita, viene spiegato ai genitori che i piccoli nell’utero già riconoscono le voci di mamma e papà e che alcune melodie li rilassano.
Nei primi mesi di vita impareranno poi a riconoscere le diverse melodie fino a sviluppare un vero e proprio senso musicale fin dai primi anni.

Quali musiche quindi sono maggiormente consigliate da far ascoltare ai bambini?

Prodotti infanzia innovativi

2018, benvenuto! Che tu possa portare altre soluzioni per noi mamme di corsa, incasinate e che amano la praticità e le idee innovative! 🙂

Si dice che l’ambito famiglia è uno di quelli più interessanti (e bisognosi) per la creazione di prodotti innovativi per far fronte alla società di oggi e le esigenze dei genitori.

C’è “fermento” anche in Italia, con novità davvero originali alla portata delle tasche di tutti.

Rialzo da sedia in cartone

TUOO

Da un esame da affrontare prima della laurea nasce, grazie all’idea di 2 ragazzi, un innovativo rialzo da sedia di cartone per i più piccoli.
Il progetto è studiato così bene che dopo poco partecipa ad una mostra internazionale.
I due inventori sono Francesco Di Luzio e Luca Paolo Vasa che danno come nome alla loro invenzione “RIALZOO”, primo prodotto del brand TUOO.

Il rialzo da sedia è adatto a bambini dai 12 ai 36 mesi ed è interamente realizzato in cartone ondulato, facilmente assemblabile, leggero, brevettato, testato TUV, trasportabile, ecologico, resistente ed idrorepellente.

Dal 5 febbraio si potrà preordinare al 50% su Kickstarter: è un ottimo regalo per i genitori che hanno già mille prodotti per l’infanzia ma serve loro qualcosa di utile e innovativo!

5 cose che forse non sai sul latte materno

 

Latte materno

Prima di partorire mi ero informata sull’allattamento leggendo e frequentando corsi; poi ho allattato per 15 mesi, non senza difficoltà.
Eppure, durante il Simposio Medela a cui ho partecipato lo scorso aprile, sono venuta a conoscenza di incredibili nuove scoperte sul latte umano che neanche immaginavo.

Vediamo se tu le conosci già!

1 Il latte materno “cura” il bambino quando è ammalato

Non si è ancora scientificamente scoperta la dinamica per dare una spiegazione a questo fenomeno: se il bambino è ammalato il latte che produce la sua mamma è differente, è “curativo” rispetto alla malattia del bambino.
Si sta studiando come il corpo materno riceve “l’informazione” dal corpo del bambino e come l’organismo si attiva per produrre un latte diverso.

Fascia porta bebè: quale scegliere?

Gina-Barilla
Francesca Praga, Istruttrice del portare

Francesca Praga non è solo l’anima di Gina Barilla, la protagonista dell’omonimo blog, ma è soprattutto una mamma di 3 bambini, un’infermiera professionista e un’istruttrice certificata del portare, cioè supporta le neomamme a trovare la fascia più adatta alle loro esigenze e le accompagna nell’imparare le corrette legature per portare.

Cosa bisogna sapere se si vuole usare una fascia?
Ho rivolto a Francesca le 4 domande fondamentali che si pone ogni neomamma all’inizio dell’avventura del portare.