Viaggi

Museo della Scienza e della Tecnologia – visita 2022

Il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano riesce ad affascinare bambini, ragazzi e adulti. Perché qui tutti imparano qualcosa, ed è organizzato per accogliere famiglie e curiosi di tutte le età. Senza dimenticare che è il più grande museo tecnico-scientifico in Italia e uno dei principali in Europa.

Museo della Scienza e della Tecnica o Museo della Scienza e della tecnologia?

Il Museo è nato nel 1958 come “Museo nazionale della scienza e della tecnica”. Dal 1° gennaio 2000 è diventato “Museo nazionale della scienza e della tecnologia”, sempre dedicato a Leonardo da Vinci.
Ecco perché molti di noi genitori continuiamo a chiamarlo “Museo della Scienza e della Tecnica”, come l’abbiamo sempre conosciuto.

Cosa vedere al Museo della Scienza e della Tecnologia a Milano

Il Museo affronta tutti i temi della scienza dalla chimica e fisica all’alimentazione, dal problema dell’inquinamento alle missioni spaziali, passando da Leonardo.
E’ un Museo che si può visitare seguendo un percorso definito per “assaggiare” tutte le tematiche, oppure si può decidere di approfondire solo alcuni argomenti recandosi nelle aree dedicate.
I bambini (e gli adulti) possono toccare e sperimentare: ci sono diverse proposte, soprattutto nell’area dedicata al tema dell’inquinamento, dove si può vedere e toccare. Un esempio? Si è invitati ad alzare delle schede contenenti una banana, un ananas e altri frutti. Il peso di ogni scheda è proporzionata all’inquinamento prodotto per portare quel frutto dal Paese in cui è coltivato in Italia. Prova a scoprire qual è il più pesante!

Un’altra area studiata sul “touch” è quella sullo spazio: oltre a tanti oggetti interessanti da ammirare, come le tute degli astronauti, ci sono schermi in cui giocare a vestire correttamente gli astronauti o attivare il countdown per un lancio.

Per chi ama particolarmente sperimentare, sono disponibili laboratori su vari temi, gratuiti e inclusi nel biglietto d’ingresso, da prenotare (sono a posti limitati) prima della visita.
I laboratori avvengono in aule dedicate alla didattica all’interno del Museo e hanno una durata variabile.

Altra sezione importante è la Galleria Leonardo da Vinci con la riproduzione delle macchine inventate dal Genio del Rinascimento.

Museo della Scienza e della Tecnologia per i bambini più piccoli

Aerei e treni sono la passione della maggior parte dei bambini più piccoli. Qui troveranno un padiglione tutto dedicato ad ospitare vecchi treni: su alcuni si può anche salire e immaginare di guidarli!
Sono state riprodotte proprio le rotaie e sembra di sentire in sottofondo il fischio e il “ciuf ciuf” delle locomotive…
Uscendo da questa parte si entra nel padiglione degli aerei e imbarcazioni: un’altra zona che attrae i bambini di tutte le età.
Dagli aerei ai transatlantici, in questo grande spazio è una scoperta continua davanti e in alto! Alzando gli occhi si scoprono aerei anche sopra di noi!


Nella zona Trasporti Navali, ma nello spazio esterno per le sue dimensioni, c’è il sottomarino Toti, forse il “pezzo” più famoso del Museo, il primo sottomarino costruito in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale. Si può entrare, ma solo su prenotazione al momento dell’acquisto del biglietto. Il suo trasporto, durato 4 notti, per le strade di Milano nel 2005 per portarlo al Museo è rimasto nella memoria di tutti i milanesi, un evento che ha portato in strada oltre 150mila persone per assistere a questo trasporto eccezionale.

Museo della Scienza e della Tecnologia: informazioni

Il Museo si visita in circa 2 ore e mezza.
Si può visitare senza problemi con passeggini.
Per acquistare i biglietti: https://www.museoscienza.org/it/visitare/biglietti
Durante l’acquisto, scegliendo il giorno, il sito presenta i laboratori previsti per la giornata e si possono così prenotare.
Costo biglietti di ingresso al Museo: 10 adulti, 7,50 dai 3 ai 26 anni, gratis sotto i 3 anni.

Dove mangiare vicino al Museo della Scienza e della Tecnologia

Uscendo dal Museo della Scienza e della Tecnologia (uscita dopo lo shop), ci si ritrova a 2 passi dalla Basilica di Sant’Ambrogio. A 200 metri si trova California Bakery, un posto molto amato dai milanesi soprattutto per il brunch. Non è economico, ma si possono gustare ottimi sandwich, patatine e insalate. Celebri i suoi dolci e le sue torte, tutti colorati ed esposti nella vetrina del bancone. I tavoli sono sia all’interno che all’esterno, in un ambiente tranquillo, informale e con giovani camerieri simpatici. Adatto sia per un pranzo che una merenda e aperitivo. E’ in Via San Vittore 2.

Avete già visitato questo Museo milanese?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *