Hug

Non è facile racchiudere Hug in una sola definizione: è infatti un bistrot, un co-working, una portineria di quartiere, un organizzatore di laboratori ed eventi per bambini.

E tutto questo avviene in una location non enorme, di quelle a cui Milano ci ha abituati, con grandi insegne esterne e arredamenti chic.
No, quando entri in questo angolo di Nolo (il quartiere nord di Milano, vicino a Viale Monza), ti sembra di entrare da un portone lasciato aperto dei tanti palazzi con cortili nascosti che caratterizzano questa zona.
E ti ritrovi subito come a casa di amici!

Il fasciatoio? Lo trovi nel bagno degli uomini!

Hug nasce in una ex-fabbrica di cioccolato, poi dismessa e lasciata ad artisti e artigiani con il sogno di realizzare un loro laboratorio. In questo contesto unico si inserisce Hug, un locale milanese che nella sua originalità ha anche un bel primato: è il primo locale ad aver posizionato un fasciatoio nel bagno degli uomini, lanciando la campagna #iocambio per sensibilizzare sulla mancanza di fasciatoi nelle toilette maschili e per portare l’attenzione sul ruolo dei papà nella cura dei figli, anche fuori casa.
Provocatoriamente qui il fasciatoio non è anche nel bagno degli uomini, ma solo nel bagno degli uomini (a cui ovviamente possono accedere anche le mamme per utilizzarlo)! 🙂

Hug_Fasciatoio

Aperitivi, pranzi, brunch, laboratori con i bambini

L’ambiente è informale e tranquillo, adatto ai bambini che sono i benvenuti: possono scorrazzare nel cortile mentre i genitori si godono un aperitivo con taglieri di salumi e formaggi, oppure giocare con la scatola dei giochi messa a disposizione dal locale.
E’ adatto anche a gruppi di persone che cercano un luogo dove chiacchierare in relax: io per esempio ci sono stata con un gruppo di amiche che non vedevo da tempo, alcune di loro accompagnate da figli piccoli.

Hug_cortile_aperitivo

Durante la settimana vengono organizzati appuntamenti apposta per i genitori e i bambini.
Il più desiderato da mamma e papà? La cena del venerdì con la tata! 🙂
Durante la prenotazione del tavolo sarà sufficiente dire il numero di bambini che saranno con noi e la loro età… la tata si organizzerà per preparare giochi e attività da realizzare con loro!

Il sabato e domenica invece sono le giornate per gli amanti del brunch (dalle 11.30 alle 15.30): ogni mese menu nuovi con opzioni anche per i vegetariani! E per chi vuole trascorrere una domenica con la famiglia in modo molto originale, può iscriversi al laboratorio di inglese genitori-figli (dai 4 anni) che viene periodicamente organizzato.

Hug_estate

Ogni mese sono organizzate iniziative diverse per adulti e bambini: concerti, presentazioni di libri, letture. Tutto in un ambiente familiare, o meglio da “casa di amici”. Il personale ama chiacchierare con i clienti e tutti possono partecipare proponendo iniziative ed eventi.
Sì, qui si respira quell’atmosfera “hygge” che tanto caratterizza i Paesi del Nord Europa: dove ci si rilassa, ci si ricarica, ci si ritrova con amici per bere una buona birra o assaporare un cocktail chiacchierano in tranquillità.
E nel cortile campeggiano cartelli che non possono che mettere il buonumore!

Hug_sorrisi

Cos’è Hug Milano

Ma come dicevo all’inizio, Hug è un incubatore di servizi ed iniziative.
E’ bar con ottimi aperitivi e un bistrot segnalato dalla guida Gambero Rosso.
Può diventare la portineria per ricevere i pacchi della tua famiglia.
E’ un co-working dove puoi andare in modo libero a sederti e lavorare.
E’ una ciclofficina per chi desidera imparare a fare manutenzione della propria bici.
E’ un punto di prima consulenza legale gratuita che offre informazioni, consigli e risposte a dubbi o questioni giuridiche nel campo del diritto del lavoro, del diritto civile e di famiglia.
E’ un ostello con 12 letti.

Hug_Bistrot

Io l’ho testato e approvato! E voi, ci siete già stati?

Informazioni su Hug Milano

Via Venini 83 – MM rossa Rovereto.
Da lunedì a domenica dalle ore 10 alle ore 23.
Tutti i servizi sono accessibili aderendo con una tessera annuale di euro 5 (gratuita per i minori).
Fino alla fine del 2018 il costo è di euro 2.

TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perderti i prossimi articoli di “Mamma in città”, segui la pagina Facebook!