Skip to content

Milano

Hug, aperitivi e brunch family friendly a Nolo

Hug

Non è facile racchiudere Hug in una sola definizione: è infatti un bistrot, un co-working, una portineria di quartiere, un organizzatore di laboratori ed eventi per bambini.

E tutto questo avviene in una location non enorme, di quelle a cui Milano ci ha abituati, con grandi insegne esterne e arredamenti chic.
No, quando entri in questo angolo di Nolo (il quartiere nord di Milano, vicino a Viale Monza), ti sembra di entrare da un portone lasciato aperto dei tanti palazzi con cortili nascosti che caratterizzano questa zona.
E ti ritrovi subito come a casa di amici!

Il fasciatoio? Lo trovi nel bagno degli uomini!

Hug nasce in una ex-fabbrica di cioccolato, poi dismessa e lasciata ad artisti e artigiani con il sogno di realizzare un loro laboratorio. In questo contesto unico si inserisce Hug, un locale milanese che nella sua originalità ha anche un bel primato: è il primo locale ad aver posizionato un fasciatoio nel bagno degli uomini, lanciando la campagna #iocambio per sensibilizzare sulla mancanza di fasciatoi nelle toilette maschili e per portare l’attenzione sul ruolo dei papà nella cura dei figli, anche fuori casa.
Provocatoriamente qui il fasciatoio non è anche nel bagno degli uomini, ma solo nel bagno degli uomini (a cui ovviamente possono accedere anche le mamme per utilizzarlo)! 🙂

Hug_Fasciatoio

Leolandia: informazioni pratiche per visitare il Parco

Leolandia_SuperPigiamini

Sì, ce l’abbiamo fatta: siamo stati a Leolandia!
Ve lo dico subito: il Parco non delude le aspettative (di bambini e genitori).
Le attrazioni sono molte, interattive, gli spazi sono ampi e non c’è ressa.
I bambini incontreranno i loro beniamini e i più grandi saranno conquistati dall’atmosfera magica ricreata nel Parco.

Ma andiamo con ordine: vi riporto le risposte a tutti i quesiti che io stessa mi ero posta prima di entrare nel Parco divertimenti più famoso d’Italia.

Biglietti Leolandia: come risparmiare

Il prezzo dell’entrata al Parco non è fisso. Significa che se l’acquisterai il giorno stesso in biglietteria spenderai 39,50 a persona e 33,50 ridotto (da 90 a 119cm, forze dell’ordine, over 65, donne in gravidanza e accompagnatori di diversamente abili con invalidità 100%).
Ma se lo acquisti online sul sito di Leolandia con l’opzione “data fissa”, cioè scegliendo anticipatamente la data in cui andrai, potrai risparmiare molto. Infatti prima acquisterai il biglietto, più risparmierai (pagando il biglietto intero anche 20 euro circa).
Se nel giorno da te scelto ti sveglierai con il brutto tempo, Leolandia ti darà la possibilità di “recuperare” l’entrata: ti potrai recare nel Parco lo stesso, usufruire di tutte le attrazioni al chiuso, e al termine ti verrà regalato un biglietto per ognuno acquistato, per tornarci entro un mese.

L'entrata di Leolandia in versione Halloween
L’entrata di Leolandia in versione Halloween

Agriturismi per bambini vicino a Milano

Agriturismi per bambini

Vivere in città incrementa il desiderio, e l’esigenza, soprattutto quando si hanno dei bambini, di organizzare momenti e giornate a contatto con la natura, alla scoperta degli animali che vivono in fattoria e di trascorrere pomeriggi rilassanti con altre famiglie.

Per questo cresce sempre più la ricerca di validi agriturismi alle porte della città: facili da raggiungere, adatti ad accogliere anche bimbi piccoli e con attività ludico-didattiche per intrattenere i piccoli ospiti.

Attorno a Milano esistono diverse ottime realtà di agriturismi e fattorie didattiche attrezzate per accogliere le famiglie.
Per ogni agriturismo descritto troverai le proposte per il weekend (soprattutto la domenica) e perché è adatto ai bambini. In tutti è molto consigliato prenotare (soprattutto per i weekend) con una telefonata (alcuni non leggono frequentemente le e-mail) in anticipo.
Questo elenco è in continuo aggiornamento: per segnalzioni scrivi a mammaincitta@gmail.com!

Agriturismi per bambini a Milano e provincia

Agriturismo Ranza, Milano

Una cascina/agriturismo proprio in città, a nord di Bicocca, ideale per chi ha problemi a muoversi, soprattutto con i bambini. Asini, pulcini, pecore, maiali, oche, mucche sorprenderanno i piccoli: sono incontri inconsueti in città! E’ inoltre possibile richiedere un giretto sull’asinello.
Il menu fisso è a scelta adulti – a 35 euro- o bambini (dai 3 ai 10 anni).
Telefono: 320 462 2671

Cascina Selva, Ozzero (Milano)

E’ un agriturismo con anche Bed&Breakfast vicino ad Abbiategrasso.
Dal 2005 è una delle Fattorie didattiche accreditate dalla Regione Lombardia.
Propone giornate didattiche a contatto con gli animali per le scolaresche, mentre nei pomeriggi dei weekend prevede per i bambini laboratori (es. preparazione pane, biscotti) e visite guidate della fattoria.
I menu, con piatti preparati con prodotti biologici e a Km Zero, sono stagionali e fissi  (30 euro), con sconti per i bambini a seconda dell’età.
Nella bella stagione è possibile mangiare all’aperto, nel portico che garantisce l’ombra.
Telefono: 02 940 7039

Cascina Guzzafame, Gaggiano (Milano)

Forse l’agriturismo per bambini più conosciuto sul territorio lombardo, propone tantissimi appuntamenti per i bambini: preparazione della pasta fatta in casa, dei biscotti, pigiatura dell’uva, laboratorio di manipolazioni sensoriali, etc.
La domenica il menu a prezzo fisso è a 35 euro, bevande e coperto esclusi, 15 euro per i bambini 4-10 anni (menu semplificato su richiesta), 5 euro per il menu sotto i 4 anni.
Il sabato il menù ha un primo solo e il costo è di 30 euro, bevande e coperto esclusi, stessi prezzi per i bimbi rispetto alla domenica. La fattoria didattica con vitellini, mucche, è organizzata da educatori che spiegano anche la coltivazione della terra; la cascina inoltre organizza campus anche giornalieri per le chiusure scolastiche durante tutto l’anno.
Telefono: 345 059 2882 – 331 638 3207

Cascina Guzzafame2

Cascina Guzzafame1

Orto didattico: come fare un orto con i bambini in città

Orto didattico Milano4

Un grembiule verde con i disegni dei bambini, uno strano cappello in testa, vasi e semi tra le sue mani, un grande sorriso e un’incredibile capacità di coinvolgere i bambini: la Signora Pomodora ad ogni primavera attende i bambini per coinvolgerli in laboratori didattici completamente gratuiti per costruire insieme un orto didattico nel centro della città di Milano!

In una grande città come quella di Milano, dove coltivare, conoscere il nome delle piante, ammirare lo sbocciare dei fiori, non è per nulla scontato, questa è l’occasione per avvicinare i bambini (ma perché no, anche gli adulti), alla scoperta della Natura.

Avere a che fare con la terra è per i bambini un’attività, oltre che didattica, rilassante e divertente, responsabilizzante nel curare qualcosa che si vede crescere giorno dopo giorno.

Tolto il grembiule e il cappello, la Signora Pomodora ritorna ad essere Simona Lisco, mamma di 2 bambini e da anni attrice di teatro… con una grande passione per sensibilizzare i bambini al contatto con la Natura.

Vivere l’avventura del safari… in Piemonte!

Foto Credis @SafariPark
Photo Credits @SafariPark

Leoni, elefanti, tigri, rinoceronti ma anche scimmiette e giraffe.
Non siamo in Africa, ma in Piemonte, al confine con la Lombardia, a Pombia in provincia di Novara per la precisione.
Non siamo neanche in uno zoo, il Safari Park è lontano da questa concezione.

Siamo un parco in cui sono stati ricostruiti gli habitat di questi animali che si possono osservare passando vicinissimi a loro a piedi (in alcune zone) o in macchina, vivendo un vero e proprio safari come quelli organizzati nei parchi africani. Anche l’entrata al Parco è costruita come l’ingresso di un vero Parco Africano, non solo per le maschere e le capanne presenti, ma proprio per la struttura della biglietteria che introduce all’entrata.

Inutile dire che per i bambini, anche piccoli, è un’esperienza sensazionale che li appassiona e fa vivere la conoscenza degli animali visti disegnati sui libri o in formato peluche.
Io ho visitato per la prima volta il parco da bambina e ne ho sempre avuto un meraviglioso ricordo; così, quando mio figlio aveva 2 anni, ci sono tornata con il mio piccolo appassionato di animali!

Nolo4Kids: un quartiere di Milano per i bambini

Nolo4Kids2Sai dov’è NoLo? Non è una città, ma un quartiere di Milano.
Il suo nome significa “North of Loreto” perché si riferisce proprio alla zona a nord di Piazzale Loreto. L’inizio di Via Padova e di Viale Monza era considerato fino ad alcuni anni fa zona poco sicura, mentre oggi si assiste alla nascita di un quartiere che sta diventando tra i più vivi della città: qui vengono ad abitare artisti, designer, giovani famiglie, aprono attività e start-up ed è un fiorire di iniziative.

E un quartiere così vivo non poteva che avere un’attenzione per i bambini.
I genitori che abitano tra le sue vie si sono uniti per creare qualcosa di particolare e utile: un gruppo che vuole regalare ai bambini iniziative divertenti e culturali che permettano anche ai genitori di conoscersi e di creare occasioni di socialità.

Nolo4Kids è un ritrovo di genitori (ma anche di zii e nonni), è un gruppo Facebook, è un fecondo laboratorio di idee.
Alessandra Duglio, tra le fondatrici di Nolo4Kids, spiega: “Abbiamo due soli principi: gratuità e inclusione. Crediamo che il futuro del nostro quartiere, così bello ma difficile, siano proprio i bambini, e vorremmo che a tutti fosse data la possibilità di crescere divertendosi, senza le barriere culturali e linguistiche che frenano noi adulti. Abbiamo deciso di unire le proprie capacità, sogni, forze, per regalare ai propri figli e a tutti i bimbi del quartiere momenti di festa, di gioco, di fiabe, di merende”.