MilanoE’ arrivata l’estate con i suoi ritmi rilassati, il momento giusto per riscoprire una città per gran parte dell’anno caotica come Milano, da abitanti sempre di corsa o da turisti che vogliono conoscere una delle città più famose d’Italia.
Se fate parte del primo gruppo vi consiglio di allontanarvi dalla strade che percorrete milioni di volte ogni giorno nel vostro tragitto casa-scuola-lavoro a quartieri che ancora non conoscete; se siete della seconda categoria la prima indicazione che vi do è invece di cercare Hotels a Milano vicino alle fermate della metropolitana, perché con questo mezzo arrivate in ogni parte della città.

Vi voglio suggerire sì luoghi insoliti da vedere, ma soprattutto semplici esperienze per assaporare la città con i bambini. Senza fretta, senza attività pre-costituite e orari da rispettare, ma momenti da vivere con i figli per magari trasformare un pomeriggio/serata (a seconda del caldo) d’estate in città.

Gustare sapori del mondo nei quartieri “etnici”

Hai mai assaggiato con i tuoi figli un pollo cucinato alla peruviana, nuvole di drago cinesi e riso indiano? A Milano puoi immergerti nelle culture di tutto il mondo e trascorrere una serata in uno dei ristoranti etnici che ti faranno viaggiare in nazioni lontane… a pochi passi da casa!
Nella zona di Porta Venezia trovi ristoranti africani (soprattutto eritrei) e indiani, nella zona di Via Padova locali sudamericani e nel quartiere Sarpi quelli cinesi.

Immergersi nell’atmosfera del passato in una balera

La Balera dell’Ortica è un punto di ritrovo per tante persone che vogliono semplicemente stare bene insieme, ballare e scambiarsi sorrisi in un posto il cui obiettivo è far emergere la convivialità. La trattoria propone piatti della tradizione italiana, semplici e “fatti in casa”, a prezzi bassi. Ci sono grandi tavoloni su cui si mangia insieme, ci si conosce e alla fine ci si può scatenare in balli. Un’esperienza da vivere in Via Giovanni Antonio Amadeo, 78.

Infilarsi nei cortili delle case di ringhiera

Erano le vecchie case popolari, ora sono piccoli gioielli ristrutturati abitati per lo più da giovani famiglie che vogliono vivere in un contesto di “buon vicinato”, dove in modo naturale si fanno giocare i bambini insieme in cortile ed esistono progetti di condivisione, come per es. realizzare spettacoli teatrali da guardare dai ballatoi, come una balconata di un teatro.
Uno dei quartieri più affascinanti per vedere case di ringhiera è quello dei Navigli (Corso San Gottardo), ma tutta la città ne conserva di bellissime.

Assistere a spettacoli di ballo in metropolitana

La fermata della metro Porta Venezia, prima dei tornelli, ha tra i suoi corridoi grandi spazi, stracolmi dal via vai dei pendolari durante la settimana, ma decisamente più sgombri il sabato e la domenica. Ormai quasi come un’istituzione, da molti anni questi spazi nei pomeriggi del weekend vengono utilizzati da compagnie di appassionati di danza sudamericana: qui si allenano e preparano i loro spettacoli, affascinando chi passa da lì.

Giocare a guidare una metropolitana

La metro milanese più recente, la M5 Lilla, viaggia in modo automatico senza conducente. La prima carrozza è costruita con un grande vetro, davanti cui si può vedere in modo molto chiaro le gallerie che si attraversano. E’ il posto adorato dai bambini: si ha la sensazione di guidare la metro e di vivere un’avventura nei sotterranei della città.

Vedere fenicotteri rosa nel centro della città

Tra corso Venezia e Via Palestro (in via Cappuccini 7) sorge una villa storica, Villa Invernizzi, nel cui giardino, visibile dall’esterno, abitano fenicotteri rosa. Bisogna sbirciare dalle sbarre e non fare rumore: i fenicotteri si mostreranno in tutta la loro eleganza e bellezza.

Ricordare la storia e riflettere al Binario21

Per i bambini che hanno affrontato l’argomento nello studio della storia, un utile approfondimento sulla Shoah è la visita del Binario21 alla Stazione Centrale. Qui è dove partivano i vagoni con i deportati verso Auschwitz. E’ stato creato un museo-memoriale per raccontare e tramandare i fatti successi.

Riposarsi dal frastuono in Piazza Mercanti

Tra Piazza Duomo e il Castello Sforzesco c’è una piccola piazza che sembra sfuggire al tran tran impetuoso attorno a lei. In epoca medioevale era il centro delle attività della città, oggi ospita spesso mostre fotografiche e sotto i suoi portici giocolieri provano i loro spettacoli, studenti ripassano la lezione e bambini corrono.

Girare la città su un vecchio tram

Tram 1 è uno dei vecchi e caratteristici tram che girano la città. Il suo percorso parte da Stazione Centrale, attraversa Porta Venezia, passa davanti al Teatro alla Scala, arriva davanti al Castello Sforzesco, costeggia Parco Sempione e termina il suo viaggio all’Arco della Pace. Un tour della città al prezzo di un biglietto semplice di trasporto.

Contare gli aerei a Linate e ad Orio al Serio (BG)

Volareee, oooh oh. Quanti bimbi sono affascinati dagli aerei? Soprattutto attorno ai 2-3 anni è tutto un entusiastico “Aereo, aereo!” guardando il cielo. Milano ha 2 aeroporti vicinissimi alla città: Linate, l’aeroporto cittadino raggiungibile dal centro città con il Bus 73, e Orio al Serio, a cui si può arrivare in 30 minuti con uno dei pullman che partono ogni 15 minuti dalla Stazione Centrale di Milano. Orio al Serio da fine luglio ad ottobre 2019 sarà l’aeroporto più vicino alla città in quanto Linate rimarrà chiuso per lavori. Si può andare in aeroporto non solo per partire, ma anche per entusiasmarsi nel vederne tanti partire e atterrare!

Conoscete altre esperienze da vivere a Milano con i bambini?

La spesa per realizzare questo post è stata regalata da Hotels.com, ma tutte le opinioni sono le mie.

CONTINUA A SEGUIRMI, NON PERDERTI I NUOVI ARTICOLI DI “MAMMA IN CITTA'”!