Foto da americanenglish.state.gov
Foto da americanenglish.state.gov

L’inglese è la lingua ufficiale di più di 50 paesi ed è parlata in tutto il mondo da 1 miliardo e mezzo di persone. Meglio iniziare a impararlo subito!

Per i bambini è addirittura più facile che per gli adulti, vista la spiccata capacità di apprendimento tipica della tenera età. I nostri figli assorbono le informazioni facilmente e, mentre imparano la lingua madre, possono apprendere anche l’inglese con poca fatica. Un’attitudine naturale, come imparare a camminare.

I benefici non si quantificano: secondo gli analisti un bambino bilingue è più consapevole della realtà che lo circonda e crescerà con una mentalità più aperta e cosmopolita. Senza dimenticare, in prospettiva, i vantaggi che avrà nel mercato del lavoro. In generale, i bambini che conoscono una seconda lingua hanno una soglia di attenzione maggiore, abilità indispensabile per gli anni di scuola e per la vita in generale.

A casa o a scuola, ogni metodo funziona per far imparare l’inglese al bambino. L’importante è riuscire a far coesistere impegno e divertimento.

Imparare l’inglese, i primi passi a casa

Partite gradualmente, anche a casa. Parlate ai vostri figli in inglese, fin da piccoli, in modo da farli abituare. Non importa se non siete madrelingua o se non avete una pronuncia perfetta. Per avvicinare i bambini alla lingua straniera ci sono tanti modi: cartoni animati in inglese, giochi di ruolo, di scrittura e da tavolo, filastrocche, apposite app per la lettura e la pronuncia. In ogni caso, l’aspetto ludico dev’essere il comune denominatore: quando l’inglese è assimilato attraverso un gioco, una canzone o un personaggio dei cartoni animati in cui si immedesima, in un contesto rilassato e rassicurante, il bambino è più propenso a sviluppare un interesse genuino. Si abituerà alla parlata e alla pronuncia in una lingua diversa, acquisendo le regole grammaticali e di fonetica senza rendersi conto di studiare effettivamente. Ai più grandini, i linguisti suggeriscono di leggere il libro preferito in inglese: che ne dite di iniziare con la saga di Harry Potter?

Corsi di inglese per bambini

Un modo vincente per far imparare presto l’inglese ai vostri figli è quello di iscriverli a una scuola bilingue o ad uno dei corsi inglese per bambini, in un ambiente stimolante, istruttivo e divertente, possibilmente con insegnanti madrelingua. Anche in ambiente scolastico, con i più piccoli, si tende ad adottare un approccio ludico, per motivarli e coinvolgerli maggiormente e facilitare l’acquisizione inconscia facendo leva su apposite attività creative e di interazione con coetanei, che a casa non si possono fare. Col tempo, per rinforzare il le competenze linguistiche, si introducono le regole grammaticali e di sintassi in modo più sistematico, aumentando gradualmente la scrittura.

Il mix tra divertimento e apprendimento non è, comunque, un’esclusiva dei bambini da scuola elementare. Anche i più grandicelli, che studiano la seconda lingua a scuola, possono trovare ulteriori motivazioni fuori dall’aula: dall’“amico di penna” anglofono alla vacanza studio all’estero.

TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perderti i prossimi articoli di “Mamma in città”, segui la pagina Facebook!