fbpx

Skip to content

educazione

Inglese per i bambini: quello che i genitori non devono fare

Bambini-inglese

Imparare l’inglese da piccoli? Sì, è importante, e noi genitori lo sappiamo.
L’importanza non è solo per obiettivi futuri (avere maggiori possibilità di lavoro, viaggiare con facilità, poter confrontarsi e dialogare con persone che vivono in tutto il mondo), ma per necessità presenti: perché i bambini imparano una lingua molto più velocemente e facilmente di un adulto.
E anche questo lo sappiamo bene, a volte “sulla nostra pelle”: quanti di noi genitori con un inglese lacunoso da adulti hanno provato a recuperare lo studio della lingua? Quanta fatica!

I bambini iniziano a studiare l’inglese ormai dalla scuola primaria, ma ricerche autorevoli ci avvisano che il periodo in assoluto migliore per interiorizzare una lingua è quello pre-scolastico, quando la mente non ragiona ancora per categorie.

Ho quindi posto a Laura Raventos, direttrice della nuova scuola Kids&Us di Cagliari, alcune domande per capire meglio. Mi sono rivolta a lei perché le scuole Kids&Us hanno elaborato e già testato da anni nei centri di tutto il mondo un metodo efficace rivolto proprio ai bambini da 1 anno di età.

Rappresentanti di classe: tutto quello che devi sapere

Rappresentanti scuola

Rappresentante di classe: ogni anno un genitore “si immola” per la classe a tirare le fila delle questioni tra i genitori, tra genitori e insegnanti, tra esigenze e desideri i più diversi tra loro. Votato dalla maggioranza dei genitori della classe, il più delle volte è semplicemente l’unico candidato che si propone per il ruolo annuale. Solitamente è una mamma o un papà particolarmente attivo, attento alle questioni scolastiche, con capacità di mediazione in caso di diatribe (che immancabilmente ci sono) e organizzatore di eventi (es. pizzata di fine anno, festa a scuola, etc.).

E’ arrivato in Italia il 1′ servizio online di Toy Sharing

ToySharing_Clubdelgiocattolo

Scambiarsi tra genitori vestiti e giochi oggi non è più un tabù. Mentre fino a qualche anno fa il dictat dell’esser un buon genitore era offrire ai propri figli solo prodotti 100% nuovi, oggi, con una consapevolezza maggiore di concetti come risparmio, riuso e soprattutto anti-spreco, agli oggetti viene data una nuova vita.

Gli scambi avvengono tra parenti e amici con figli di età vicine, ma spesso, soprattutto nelle grandi città, è difficile trovare il proprio “cerchio di amicizie” con cui fare gli scambi.

In cucina con i bambini: oggetti per cucinare insieme

Cucinare è un’attività molto stimolante per i bambini; didatticamente scoprono i “segreti” di come si compongono i piatti che mangiano, gli ingredienti utilizzati per preparare le pietanze e i sapori, viene stimolata la loro creatività, e nello stesso tempo svolgono azioni che aiutano lo sviluppo della coordinazione e del senso logico (es. mescolare con un cucchiaio di legno, o disporre ordinatamente delle fette in una teglia). Non da ultimo l’attività del cucinare con i genitori crea fiducia nel bambino che si sente partecipe e d’aiuto in un’attività svolta dagli adulti, oltre che ricevere una gratificazione immediata nel vedere realizzato qualcosa creato da sè e che viene apprezzato e consumato da tutta la famiglia.

Pur non essendo io un’amante della cucina, ho scoperto in questi anni da mamma risorse online che suggeriscono ricette facili da preparare con i bambini, con grande entusiasmo di mio figlio. Anche molti famosi food blogger hanno raccontato alcune ricette da realizzare con i bambini (le loro ricette sono state raccolte in questo articolo dell’HuffingtonPost).

Cosa serve per preparare una “sessione di cucina” con i bambini

  • Un grembiule per il bambino che, oltre a proteggerlo dalle macchie, gli darà la “divisa” da cuoco. E’ sufficiente anche un grembiule da adulto con un nodo nella cordina dietro la nuca.
  • Un cappello da chef, stile il topino del film Ratatouille, realizzato anche con la carta. Su YouTube puoi trovare diversi tutorial su come realizzarlo.
  • Ciotole e vasetti in cui posare e preparare gli ingredienti: l’ordine sul tavolo aiuterà il bambino a seguire meglio la ricetta e capirne le varie fasi.

Oggetti originali per cucinare con i bambini

Creare insieme è sicuramente ancora più divertente utilizzando oggetti per cucinare pensati per i bambini (ma che piacciono tanto anche agli adulti).
Il sito DottorGadget è specializzato in regali originali, con anche un’ampia selezione di regali per bambini. Sfogliando i numerosi prodotti, si scoprono complementi di cucina che rendono ancora più appassionante cimentarsi nella preparazione di gustosi piatti.

Spargizucchero da fata

Un, due, tre e magia…. immaginate di dare l’ultimo tocco alla torta tolta dal forno con questa bacchetta magica che sparge zucchero a velo sul vostro dolce. Sarà una merenda davvero magica, magari da condividere con gli amici!

spargizucchero-da-fata