Skip to content

prodotti infanzia

Fascia porta bebè: quale scegliere?

Gina-Barilla
Francesca Praga, Istruttrice del portare

Francesca Praga non è solo l’anima di Gina Barilla, la protagonista dell’omonimo blog, ma è soprattutto una mamma di 3 bambini, un’infermiera professionista e un’istruttrice certificata del portare, cioè supporta le neomamme a trovare la fascia più adatta alle loro esigenze e le accompagna nell’imparare le corrette legature per portare.

Cosa bisogna sapere se si vuole usare una fascia?
Ho rivolto a Francesca le 4 domande fondamentali che si pone ogni neomamma all’inizio dell’avventura del portare.

Natale 2016: i regali più desiderati

Regali più desiderati

Chi se l’appunta su post-it, chi sullo smartphone, chi organizza un foglio Excel, chi semplicemente cerca di ricordare tutto a memoria: fatto sta che ogni anno arriva il tempo di fare la lista dei regali… su cosa regalare al figlio, al marito, al nipote, ai nonni, ai colleghi.

E quando ci si ritrova nel momento in cui si deve abbinare l’elenco a regali concreti, la lista dei regali si trasforma in un problema oltretutto con scadenza a breve termine.

L’online ormai negli ultimi anni è la salvezza: si può acquistare 24 ore su 24, senza code infinite alle casse e leggendo, in contemporanea alla scelta dell’acquisto, l’opinione di altri utenti.
E proprio da uno dei maggiori siti di e-commerce, Ebay, ci arriva un aiuto in più: ci svela infatti cosa desiderano maggiormente gli italiani nel momento in cui devono fare (o ricevere) i regali di Natale.

Asilo: 5 idee salva-mamma

asilo-5-idee-salva-mamma

Arranchiamo faticosamente in un gioco multivello il cui obiettivo è riuscire ad arrivare a fine giornata tutte intere (di corpo e di testa).
Superato il livello “inserimento all’asilo”, noi mamme ora dobbiamo affrontare delle nuove prove per proseguire il gioco.

E visto che i giochi ci piacciono, ma ancora di più apprezziamo le soluzioni, mi trasformo in una “Mamma Favij” (il celebre ragazzino youtuber che condivide con i fan la cronaca delle sue sessioni di gioco con i videogame) e vi guido nel superamento delle sfide suggerrendovi, naturalmente, delle scorciatoie.

Dash Button: noi mamme siamo pronte alla rivoluzione della spesa?

dash-button-pampers

 

Finisce il rotolo di carta igienica, apriamo il nostro armadio in bagno ma ops, abbiamo terminato le scorte!
Ci alziamo la mattina, abbiamo voglia e bisogno di un caffè ma, aperto il contenitore, ci ricordiamo di averlo finito ieri e di non essere passate al negozio a comprarne una nuova confezione.
Dopo il bagnetto prima della nanna, mettiamo al nostro bimbo il pannolino ma oh… ci accorgiamo che è l’ultimo e domani mattina non troveremo nessun negozio aperto prima di entrare al lavoro.

E’ successa anche voi almeno una di queste scene? 😉

Ora proviamo a riscrivere il finale. Lasciamo da parte la reazione di panico e pensiamo di avere, vicino al rotolo di carta igienica, al barattolo del caffè e al cassetto dove abbiamo i pannolini, dei bottoni che semplicemente cliccando danno il comando ad Amazon di portarci a casa (o dove vogliamo) dopo poche ore esattamente quel prodotto.

Ebbene, care mamme, ecco la notiziona: da oggi questa non è fantascienza ma realtà!

Amazon ha lanciato sul mercato i cosiddetti “Dash Button”!

Sicurezza in auto con i bambini

Sentiamo spesso parlare di quanto sia importante l’utilizzo dei seggiolini in auto, delle gravi conseguenze in caso anche di una semplice frenata senza dispositivi che proteggano i bambini.
Acquisita la teoria però tutte le neomamme e i neopapà si trovano con grandi punti interrogativi per destreggiarsi nel mondo dei diversi tipi di seggiolini adatti a seconda dell’età dei figli e delle regole del codice stradale.

Una delle ricerche più googolate sui prodotti infanzia è non a caso proprio quella sui seggiolini auto: fino a che età usare l’ovetto? Qual è la normativa che regola l’utilizzo dei seggiolini? E poi il grande quesito che ha messo in difficoltà pressoché il 100% dei neogenitori: cos’è l’Isofix?

Libri per sviluppare il linguaggio

Pioggia, pioggia, pioggia. Questa settimana sta trascorrendo così, sotto nuvole che non vogliono abbandonare Milano e acqua che rende inaccessibili i parchi gioco.

Cosa fare in casa con un bambino di 2 anni?

Sono entrata in una libreria specializzata per l’infanzia (Aribac, Via Porpora, Milano) ) e, grazie all’aiuto delle bravissime libraie, ho trovato un libro proprio da “Mamma in città” che ha conquistato sia me che il mio bambino.

Le mie prime 1000 parole” è un libro con molti disegni che illustrano sia la quotidianità (“Il mattino”, “All’asilo”) che situazioni metropolitane (“Si parte! -i mezzi di trasporto-”, “La caserma dei vigili del fuoco”, etc.).
Accanto ad ogni disegno una scritta indica di quale oggetto si tratta.