asilo-5-idee-salva-mamma

Arranchiamo faticosamente in un gioco multivello il cui obiettivo è riuscire ad arrivare a fine giornata tutte intere (di corpo e di testa).
Superato il livello “inserimento all’asilo”, noi mamme ora dobbiamo affrontare delle nuove prove per proseguire il gioco.

E visto che i giochi ci piacciono, ma ancora di più apprezziamo le soluzioni, mi trasformo in una “Mamma Favij” (il celebre ragazzino youtuber che condivide con i fan la cronaca delle sue sessioni di gioco con i videogame) e vi guido nel superamento delle sfide suggerrendovi, naturalmente, delle scorciatoie.

Un’app per sopravvivere alle chat di classe

Le parole “asilo” e “incubo” se unite danno vita a “chat di classe”, il terrore di ogni genitore che in alcuni momenti vede il suo smartphone vibrare fino a quasi scoppiare per la quantità di messaggi scambiati.
La scorciatoia: è appena nata l’app gratuita “Ora X” che mette in comunicazione facilmente tra loro i genitori di una stessa classe per accordarsi per es. per andare a prendere i figli a scuola, o condividere il menu scolastico e gli avvisi (delle riunioni, dei materiali da portare, degli eventi, etc.) in modo organizzato e facilitato.

Un servizio per personalizzare e etichettare vestiti e oggetti

A settembre abbiamo dedicato un intero pomeriggio a scrivere il nome di nostro figlio su parti di vestiti, lenzuola, asciugamani, etc., ed ora, a 2 mesi dall’inizio della scuola e 10 lavatrici, ci ritroviamo scritte scolorite o scomparse.
La scorciatoia: Petit Fernand, attraverso il suo sito, permette di realizzare etichette personalizzate con il nome del bambino o altro testo che desiderate. Sono disponibili sia etichette per i tessuti che gli oggetti. Noi abbiamo già personalizzato giochi e lenzuola grazie a questo servizio di “crea etichette“!
Oggi è una data da segnare sul calendario: rispolvero il mio ferro da stiro! Motivo? Applicare le etichette con il nome sui vestiti e le lenzuola di Davide: mi sono arrivate quelle colorate, personalizzate e facili da applicare di @petit_fernand e non vedo l’ora di utilizzarle! Voi che ne pensate? #buonagiornata #buonlunedì #etichette #petitfernand #asilo #nome #ferrodastiro

I libri per affrontare il trauma del distacco

Proprio quando hai pensato che il trauma del distacco è stato superato, tuo figlio non vuole andare più all’asilo e ogni mattina si lancia in pianti a dirotto?
La scorciatoia: ci sono dei libri rivolti ai bambini che affrontano, con illustrazioni e brevi racconti, l’esperienza dell’andare all’asilo e, soprattutto, del salutare i genitori per alcune ore della giornata. Eccone alcuni:

I CD per imparare le canzoni dell’asilo

Anche il bambino più timido, ripetendo ogni mattina le stesse canzoncine, le canticchia per tutto il giorno, obbligando la mamma a cantarle con lui. Ma la mamma le conosce?
La scorciatoia: voilà, sono in vendita CD interamente dedicati alle tipiche canzoncine cantate in ogni asilo…. pronte da studiare da ogni mamma!

Le ciabatte adatte da mettere all’asilo

I bambini giocano, corrono, si arrampicano e le ciabattine scelte con tanta cura all’inizio dell’anno scolastico hanno già buchi sulle dita e suole alzate.
La scorciatoia: online si possono comprare ciabatte perfette da indossare all’asilo con colori e disegni. Sono così belli questi modelli… che sono tutti da collezionare! E a prezzi super convenienti! Alcune marche che vendono queste ciabatte:  BobuxDotty Fish e (da poco in Italia) CarozooMinifeet.

Mamme, a che livello siete del vostro gioco?

TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perderti i prossimi articoli di “Mamma in città”, segui la pagina Facebook!