Pensieri

Pausa caffè: cosa le mamme vogliono

pausa caffè mamme

Cara Mamma Natale,
scrivo a te perché sono sicura che mi capirai.
Potresti esserci anche tu ogni mattina quando, con le mie colleghe mamme, ci troviamo alla macchina del caffè per cercare nel nostro “oro nero” l’energia per affrontare la seconda parte della giornata (perché la prima, quella del “su, sveglia, è tardi”, “bevi il latte e non buttare i biscotti per terra”, “no, la tua maglia di Batman oggi è da lavare, non puoi metterla”, l’abbiamo già superata).
E’ il momento dei bilanci della serata e nottata precedenti: dei capricci, delle malattie portate a casa dall’asilo, del conteggi delle poche ore in cui abbiamo dormito, delle corse fatte/da fare per arrivare puntuali a prendere i figli a scuola.

Un regalo per Natale ce lo meritiamo anche noi, no?
Allora ti chiedo questo: una macchina del caffè per me e le mie colleghe mamme.
Non perché non ce ne abbiamo già una, ma perché il classico caffè temo proprio che non sia sufficiente per aiutarci ad affrontare altri 365 giorni.
Sarebbe necessario fare delle piccole modifiche alla macchina che abbiamo: saremmo felicissime.

Ecco cosa ci servirebbe:

Il bottone “Pranzo”
Al momento della pausa pranzo, le nostre colleghe non-mamme sfilano dalle loro borse colorati contenitori con pranzetti preparati la sera prima apposta per l’ufficio e conservati in modo che il loro sapore sia come appena pronti.
Noi mamme, se siamo riuscite a recuperare del cibo e se al mattino, tra una corsa e l’altra, non l’abbiamo dimenticato a casa/nello zainetto del figlio, si tratta per lo più degli avanzi della cena della sera precedente (o di quella ancora prima). Siamo fortunate se il cibo non è quello già tagliato in pezzi piccoli piccoli avanzati da nostro figlio in fase svezzamento.
Non sarebbe comodo avere il pranzo, un buon pranzo intendo, preparato dalla nostra amica macchina del caffè? Ovviamente da consumare in santa pace perché almeno un pasto al giorno ci meritiamo di gustarcelo senza interruzioni!

Il bottone “pozione magica”
Se la nostra macchinetta è in grado di fare caffè, caffè macchiato, caffè orzo, the, cioccolata, con tanto o poco zucchero, etc. non può fare anche una bevanda (di qualsiasi gusto va bene) efficace a far guarire all’istante i nostri figli?
Sarebbe davvero utile: appena il nostro telefono squilla per avvisarci, con la voce della maestra dall’altra parte, che nostro figlio si è ammalato, potremmo cliccare il bottone e ottenere la medicina da portare subito al nostro bambino febbricitante. Nessuna fila dalla pediatra, in farmacia, assenze a scuola, chiamate disperate alla ricerca di una baby-sitter!

Il bottone “aggiunta”
Sarebbe il tasto per l’opzione da combinare a qualsiasi bevanda: va bene che l’aggiunta sia vodka, rum, grappa, quello che vuoi. Ci aiuterebbe, quando necessario, a dimenticare: una giornata particolarmente pesante, una nottata senza sonno, un senso di colpa che si è infilato nella nostra testa e non ci vuole lasciare.

I bicchierini
Hai presente i bicchierini del caffè con le pubblicità? Ecco, ti chiedo una piccola variante: a rotazione, a caso come in una slot machine, scende un bicchierino con la scritta “1 ora per te”.
Chi vince può dedicarsi ben UN’ORA tutta per sè: per dormire, leggere un libro, terminare lo shopping online interrotto la sera prima.
Mi basterebbe vincere almeno…uhmmm… una volta al mese!

Mamma Natale, io e le mie colleghe ti chiediamo troppo?
Se la slitta di tuo marito è già troppo piena, beh, ti chiediamo anche semplicemente che la nostra cara, vecchia, classica macchina del caffè non ci presenti mai, come questa mattina, la scritta “Non in funzione”!

Questo post partecipa al tema del mese di dicembre 2016 delle StorMoms #caramammanatale

caramammanatale

Aggiornato

2 Comments

  • Mamma Avvocato

    ah ah ah…piacerebbe anche a me una macchinetta del caffè così, da tenere in ufficio!!! Brave “colleghe mamme”!

    • mammaincitta

      Noi in ufficio la desideriamo tanto! Mamma Natale ci accontenterà? (P.S. Ovviamente abbiamo fatto le brave tutto l’anno, ce la meritiamo!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *