Skip to content

smartphone

Come prepararsi alla Pasqua: la to do list per le mamme

Pasqua

Mancano poco più di 15 giorni all’arrivo di Pasqua: pronte?
No, non intendo pronte ad essere sommerse da chili e chili di cioccolato, ma organizzate ad affrontare la chiusura delle scuole, i giorni di vacanza e poi il “riordino” dopo le feste.

Un bel respiro e andiamo con ordine.

Come mi organizzo con i bambini nei giorni di chiusura della scuola?

Ahi ahi ahi, il problema inesorabilmente si ripresenta.
Si dice che cercare una babysitter last minute non è semplice, ma per fortuna ora non è più così. Collegati al sito di Sitter Italia, digita il tuo indirizzo di casa, e compariranno sulla mappa tutte le babysitter presenti nella tua zona/città, con la descrizione delle loro esperienze, disponibilità, costo orario. Vuoi provare subito? Cerca babysitter a Milano.

5 app gratuite per bambini 2-5 anni

App bambini

Tecnologia sì o tecnologia no?
E’ giusto vietare l’uso dei mezzi tecnologici ai più piccoli?

Io credo che l’allontanamento dei bambini dai dispositivi tecnologici quotidiani non sia la scelta migliore. La difficoltà è piuttosto accompagnarli nel giusto approccio, e all’utilizzo limitato che non crei dipendenza.

Per questo mio figlio di quasi 3 anni ha accesso al mio tablet dove esiste la cartella “Giochi Davide”. Il suo utilizzo non è libero (mio figlio non può prendere il tablet quando vuole), ma in determinate situazioni, soprattutto fuori casa (es. lunghe attese o viaggi), esploriamo insieme giochi divertenti e interessanti.

Questi sono i 5 che, se avete un figlio dell’età 2-5 anni, dovete assolutamente scaricare.
Sono tutti gratuiti (e disabilitando la connessione del tablet/smartphone non appariranno le pubblicità che potrebbero far uscire il bambino dal gioco).

3 crowdfunding di genitori con un sogno

crowdfunding sogno

Il crowdfunding è un nuovo, geniale, modo per raccogliere online, in un tempo limitato, fondi per una causa di beneficenza, personale, culturale, di utilità sociale, etc.
Tutto ruota attorno a un’idea: chi ha un progetto si attiva per raccontarlo agli altri (conoscenti e non) e raccogliere sul web i soldi che gli servono per realizzarlo.
Vi avevo già parlato di progetti di crowdfundig per mamme; sono felice ora di parlarvi di 3 progetti 100% italiani, lanciati da genitori e a cui si può contribuire in questi giorni.

Come semplificare con il web la vita da mamma

Servizi mamma

Sono una mamma che vive in una grande città, sono sempre di corsa e il mio alleato principale è il web per districarmi tra tutte le cose da fare. Ti ritrovi anche tu in questa descrizione?

Allora puoi gioire insieme a me! Stanno infatti nascendo sempre più servizi per aiutare nella quotidianità le mamme nella loro vita offline: sono cioè siti che semplificano attraverso il web l’organizzazione di attività che poi si svolgono nella vita reale.

Vuoi capire meglio di cosa si tratta? Ecco 4 innovativi siti che aiutano le mamme!

Asilo: 5 idee salva-mamma

asilo-5-idee-salva-mamma

Arranchiamo faticosamente in un gioco multivello il cui obiettivo è riuscire ad arrivare a fine giornata tutte intere (di corpo e di testa).
Superato il livello “inserimento all’asilo”, noi mamme ora dobbiamo affrontare delle nuove prove per proseguire il gioco.

E visto che i giochi ci piacciono, ma ancora di più apprezziamo le soluzioni, mi trasformo in una “Mamma Favij” (il celebre ragazzino youtuber che condivide con i fan la cronaca delle sue sessioni di gioco con i videogame) e vi guido nel superamento delle sfide suggerrendovi, naturalmente, delle scorciatoie.

Dove cercare una baby sitter?

cercare baby sitter

 

Una mamma lo sa: l’allarme asilo arriva puntuale ogni anno nei mesi di novembre e dicembre per proseguire ancora di più nei primi mesi dell’anno.

Il suono scatta alle parole “malattia” ma anche “sciopero” e “chiusura”, cioè tutte le volte che il bambino non può andare a scuola mentre mamma e papà sono al lavoro.
Non è sempre scontato che i nonni vivano vicino e che siano disponibili a prendersi cura di un bambino piccolo, e così parte la “caccia” per trovare una baby sitter affidabile, disponibile negli orari di cui abbiamo bisogno e che magari abiti vicino a casa nostra.