Viaggi

Giochi e passatempi per il campeggio

Natura, libertà, pace: il campeggio è una delle esperienze più belle e divertenti per i bambini.
Amano entrare e uscire dalla tenda, esplorare i dintorni e vivere in ciabatte (o a piedi nudi).

Scegliere il campeggio, sia in tenda che in camper, per vivere alcuni giorni di vacanza è un trend in forte espansione. Soprattutto oggi che andare in campeggio non significa più costruire complicate tende e vivere in modo totalmente spartano, ma c’è anche la possibilità di affittare bungalow o tende deluxe per un’avventura con molti comfort.

Noi abbiamo scoperto il campeggio quando mio figlio era piccolo: dopo una “prova” di 2 notti, visto il suo entusiasmo, ci siamo attrezzati e abbiamo iniziato a vivere weekend estivi in villaggi camping con organizzazione family friendly.
Vi ho già parlato dei campeggi adatti ai bambini in Sardegna e in delle cose utili da portare con sè per stare in tenda con i bambini.

Se scegliete un camping con animazione, almeno 2 ore al mattino e 2 al pomeriggio (dipende dall’organizzazione dell’animazione) i bambini potranno stare con i loro coetanei al mini-club. Il resto del tempo sicuramente lo passeranno a scavare buche, picchiettare sugli alberi, cercare animaletti tra le foglie e a correre, correre, correre….

Ci sono però alcuni momenti “cruciali” in cui organizzarsi con i bambini può risultare difficile, in particolare il momento della doccia, in quanto a turno mamma, papà, bambini vanno a lavarsi e poi bisogna prepararsi tutti insieme, e il momento della preparazione dei pasti.
In questi momenti infatti gli adulti sono impegnati in attività che rendono difficile seguire il bambino in giro per il campeggio.
Inoltre è bene ricordare che nei campeggi dopo l’ora del pranzo c’è l’ora del silenzio dove anche i bambini sono invitati a non disturbare…
E’ utile quindi in questi momenti, ma non solo, avere con sè passatempi adatti ad occupare i piccoli vicino alla tenda.

Devono essere giochi: leggeri e poco ingombranti, senza pezzi piccoli che si potrebbero perdere, che si possono sporcare e ovviamente… divertenti!

Giochi per il campeggio

Uno

Il re dei giochi da campeggio: le carte di Uno sono facilmente trasportabili e il gioco è facilissimo, anche per bambini che non sanno ancora leggere e contare (esiste anche Uno Junior). E, soprattutto, sono internazionali: poiché il gioco si basa solo sui colori e sui numeri / disegni è facile giocare anche con bimbi stranieri!

Jenga

Un altro “classicone” che mette d’accordo bambini più grandi con quelli più piccoli: una torre di pezzetti di legno a cui bisogna togliere ad ogni turno un mattoncino: chi riuscirà a non farla cadere?

Battaglia navale

Affondataaaaa! Quante volte l’abbiamo gridato noi da bambini giocando a questo intramontabile gioco? Oltre ad essere divertente aiuta i bambini a sviluppare la logica, la conoscenza delle lettere e dei numeri.
Noi abbiamo questa della Janod: oltre ad essere molto bella e a chiudersi in una valigetta è adatta per far giocare sia i grandi che i piccoli; ha infatti due formati di schede che differiscono per numero di caselle e per la presenza dei colori per chi non conosce ancora le lettere.

Libri per bambini per il campeggio

Inventario degli alberi

L’avventura del campeggio è l’occasione per conoscere la natura. Attorniati da alti alberi, è il momento di imparare le loro caratteristiche, i loro nomi, i loro “segreti”. Un libro che aiuta piccoli (ma anche grandi” a scoprire questo mondo è “Inventario degli alberi”.
Della stessa serie anche l’inventario degli insetti e l’inventario dei fiori.

Libro di stickers sugli insetti

Cosa tiene impegnati i bambini per più tempo? Per la mia esperienza la risposta è… gli album con gli stickers! Questo sugli insetti è molto ben fatto, sono illustrati i vari ambienti con gli insetti i quali sono descritti ognuno con il suo nome.

Libro sulla natura per i più piccoli

I piccolissimi invece sono catturati dai libri con le finestrelle e questo, “I piccoli segreti della natura”, è ottimo per conoscere animali e piante attorno a loro.

Libri da colorare

Immancabili per intrattenere i bambini sono i libri da colorare. Su Amazon se ne trovano anche a tema campeggio, adattissimi da proporre ai bambini proprio durante la vacanza.

Raccogliere i ricordi

Diario della vacanza

Un quaderno, colori e dello scotch (o colla): ecco tutto quello che serve per impegnare i bambini nella realizzazione del loro quaderno del campeggio. I bambini amano raccogliere pietre, foglie e conchiglie e saranno felici di conservarli nel loro diario della vacanza. Potranno decorare con disegni e, i più grandi, con scritte. Su Amazon c’è l’imbarazzo della scelta di quaderni di viaggio a basso costo:

Macchina fotografica

Noi adulti, soprattutto in vacanza, scattiamo molte fotografie al giorno. I bambini spesso vogliono imitarci, ma non siamo molto tranquilli ad affidare i nostri smartphone! Sono quindi adatti macchine fotografiche realizzate apposta per i bambini: costano poco, sono (quasi) indistruttibili e possono essere appese al collo in modo che i piccoli avventurieri possano portarle in giro per i loro scatti della natura, degli amici, dei genitori.
Questa è quella che ha mio figlio e con cui ci troviamo benissimo:

Voi cosa portate in campeggio per intrattenere i bambini?

Metti subito il tuo “mi piace”, NON RISCHIARE di perderti altri consigli!

Aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *