Nascita,  Pensieri

Dovresti, faresti bene, ascolta me… #unanessunacentomilamamme

mare-mamma

“Non ha capito proprio niente: altro che quel giocatore che non riuscirà più a fare tanti goal come un tempo, doveva comprare quell’altro!”
“La Grecia ha fatto bene ad uscire all’euro: qui in Italia i nostri politici pensano solo ad intascare tangenti, mentre dovrebbero fare una legge che sistemi la situazione di crisi da cui non usciamo!”
“Il bar sulla spiaggia non sa organizzare il momento del pranzo: dovrebbero cambiare il menu, assumere persone diverse e aggiornare i prezzi”.

Ed ecco a voi, signori e signore, 3 dei dibattiti più orecchiati sulle spiagge.
Ci si sente un po’ tutti allenatori, politici, gestori di chioschi.
Perché si vorrebbe essere allenatori, politici, gestori di chioschi.
Il desiderio del’impiegato o operaio medio è di dedicarsi alla sua passione che ha coltivato fin da piccolo davanti alla tv: il calcio. Ha sognato da bambino di diventare un calciatore famoso, poi, non potendo più aspirare ad entrare in campo, si è “promosso” dirigente.
Fare politica gli avrebbe portato onore sociale, soldi, “vita impegnata”.
E mollare tutto per aprire un chiosco in spiaggia dove lavorare solo 4 mesi all’anno davanti al mare più azzurro d’Italia è il grande sogno che mai avrà il coraggio di far diventare realtà.

Non resta che credersi quello che non si è, divertirsi al gioco dei ruoli e diventare figure immaginarie.

Come tutte quelle donne che mamme non sono ancora, non sono mai state o sono state tanti tanti anni fa che vogliono vestire i panni di una neomamma e conoscere tutti segreti di una mamma perfetta. Così si sprecano i “dovresti, faresti bene, ascolta me” nei confronti di mamme che stanno affrontando la loro maternità e hanno bisogno di vicinanza, dialogo, confronto.

Siamo un Paese di (spiagge di) allenatori, politici, ristoratori e… mamme.

11960007_1692140714353773_6804705715274461933_nQuesto post partecipa al tema del mese delle StorMoms: #unanessunacentomilamamme

Sono anch’io una StorMom! Per conoscerci tutte visita la pagina Facebook del progetto!

Aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *