Parc-Animalier4

Noi mamme di città siamo solite a cercare fattorie didattiche dove portare i bambini a vedere gli animali: mucche, conigli, galline, caprette. I bambini si esaltano a vedere gli animali che abitualmente vedono sui libri rappresentati attraversi i loro giochi, oltre a scoprire l’origine di alimenti come latte, uova, formaggio.

La curiosità dei bambini verso il mondo animale è molto comune: gli animali affascinano i bambini di tutte le età che man mano crescendo conoscono sempre più specie e caratteristiche della fauna attorno a loro.

Seppur presenti nel nostro territorio nazionale, è però più difficile venire a contatto con gli animali tipici delle zone montane perché per vederli spesso è necessario fare camminate su percorsi non adatti a bambini, o sentieri troppo lunghi per loro o in zone non comode da raggiungere.

Questi animali però dal 2005 sono visibili in un parco vicino ad Aosta, il Parc Animalier.
Si tratta di un parco organizzato in un bosco su una collina accanto a Introd.
Qui è possibile ammirare flora e fauna tipici dell’habitat montano, in un ambiente il cui è obiettivo è preservare animali tipici dell’arco alpino come il camoscio, lo stambecco, la marmotta e diversi tipi di rapaci.

Parc-Animalier2

Gli animali del Parc Animalier d’Introd

Il percorso di visita del parco prevede come primo incontro quello con il riccio. Si prosegue sul sentiero delle orme, una stradina tra grandi alberi in cui sono riprodotte le orme dei più conosciuti animali di montagna.
Dopo pesci e anfibi, si possono ammirare le marmotte. Non intimorite dai visitatori, questi teneri animali si possono vedere da vicino, conoscendoli ancora di più rispetto a quelli che si incontrano lungo i sentieri montani.
Nella zona dei rapaci si possono ammirare diverse specie di gufi e civette.
Una grande zona è dedicata ai caprioli: sono tanti, maschi e femmine e cartelli didattici spiegano con un linguaggio semplice, adatto anche ai bambini, le caratteristiche di questi animali.

Parc Animalier rapaci

Parc-Animalier7Grande curiosità destano i cinghiali, soprattutto i piccoli: durante la nostra visita ne abbiamo visti di baby e di piccolissimi che seguivano la loro mamma appena si muoveva.
Dopo aver osservato in silenzio le lepri, si avvistano i maestosi cervi con le loro grandi corna. A questi animali è dedicata un’ampia zona; lungo il percorso è spiegata la crescita delle corna e ci sono delle riproduzioni che si possono toccare e prendere in mano per sentirne il peso.
Salendo sulla collinetta si intravedono le volpi e la casetta in legno di un allegro scoiattolo che corre a perdifiato sui rami.

Una grande voliera ospita l’aquila reale (con continuo sottofondo dei bimbi che cantano in automatico “Ci son due coccodrilli e un orangotango, due piccoli serpenti, un’aquila reale…).
Salutati i tassi, si conoscono gli stambecchi ed i camosci che si arrampicano sulle rocce.

Alla fine del percorso ad attendere i visitatori c’è una casetta in legno che però ospita un abitante che non si vuol far vedere da nessuno: è il Greundzo. Non lo conosci? E’ un animale di fantasia tipico di queste zone: si descrive come un brontolone, sempre di cattivo umore, che vive in luoghi isolati.

Parc-Animalier1

Consigli e informazioni per visitare il Parc Animalier d’Introd

Il Parco si trova a Introd (Loc. Les Villes-Dessus), a 20 minuti da Aosta, 1 ora e mezza da Torino e poco più di 2 ore da Milano.
E’ aperto tutti i giorni da aprile a dicembre, dalle 9.30 alle 18.
La visita dura circa 2 ore.
I cani sono ammessi in una zona a loro riservata dove possono essere lasciati durante la visita.
All’interno del Parco è presente un piccolo parco giochi e 2 aree pic-nic, una all’aperto e una coperta.
In alcuni periodi è presente un’apecar bar, ma il consiglio è, se si vuole pranzare all’interno del parco, di portarsi cibo e bevande da casa sfruttando le belle aree pic-nic.
Attenzione: il percorso non è agevole con i passeggini. I bambini possono camminare (anche i più piccoli) agevolmente, ma i sentieri stretti e ripidi rendono difficoltoso seguire il percorso con carrozzine e passeggini. Meglio attrezzarsi con marsupi e fasce anche se i bambini, attratti dagli animali, vorranno sempre stare vicino ai loro nuovi amici!

Parc-Animalier5

Parc-Animalier3

Cosa vedere e cosa fare nei dintorni del Parc Animalier d’Introd

Usciti da Parc Animalier ci siamo diretti al Lago del Pellaud, a circa 25 minuti di distanza.
E’ un angolo di notevole fascino, facilmente raggiungibile con la macchina (il parcheggio si trova di fronte alla passeggiata che in 3 minuti a piedi, su terreno adatto anche a passeggini, porta direttamente davanti al laghetto).
Dietro al lago si possono ammirare le montagne innevate anche d’estate e si può proseguire per una facile e piacevole passeggiata circolare che porta a delle piccole cascate.
Considerata l’altezza di 1870 m slm è consigliabile portarsi anche d’estate una felpa e una giacchetta leggera.

Lago-Pellaud

TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perderti i prossimi articoli di “Mamma in città”, segui la pagina Facebook!