Skip to content

Tempo libero

Regifting: i trucchi del trend post-Natale!

Regifting

Babbo Natale è distratto; eh sì, il vecchietto dalla barba lunga e il cappello rosso fa degli errori, e non una volta sola, ma ogni anno e in più case.
Dal suo sacco al momento della consegna dei regali cadono spesso inavvertitamente per lo stesso bimbo 2 regali uguali o un giocattolo che ha già, oppure un dono che proprio non è nei suoi gusti. L’anno scorso il 48% degli italiani ha ricevuto almeno un regalo indesiderato! Babbo Natale fail!

Quando Babbo Natale combina questi pasticci, mamma e papà possono però intervenire per sistemare “il danno”, semplicemente approdando su portali di vendita online.

5 app per cene velocissime

app cibo

No, in questo blog non troverete mie ricette per cucinare delizie sane e gustose per tutta la famiglia. Spadellamenti e menu settimanali non sono nel mio DNA!
Se siete come me, ci sono buone notizie: per fortuna la “Mamma in città” ha degli aiutanti veloci … sono tutti nello smartphone!

Vi ricordate quando si diceva come battuta “Eh sì, il telefonino ti farà pure il caffé”? Beh, oggi la risposta è “Mi prepara tutta la cena!”.

E’ possibile infatti scaricare delle app che mettono in contatto direttamente te stesa tranquilla sul divano di casa (o a sclerare dietro all’ennesimo pianto del figlio) con i ristoranti della zona: scegli, clicchi e la cena per tutta la famiglia arriva a casa.

Yoga e Mindfulness per mamme

Mindfulness

A cosa ho dedicato le mie prime uscite senza pargolo? A un corso di yoga e meditazione, e mai scelta è stata per me più azzeccata!

Desideravo da tempo conoscere meglio lo yoga, quasi per sfida, per essere un “San Tommaso che se non vede non crede” e provare quello stato di benessere psicofisico di cui si parla quando si descrivono gli effetti dell’esercizio yogico.

Mi sono iscritta ad un corso di yoga non specifico per neomamme e sono pian piano, in punta di piedi, entrata nel mondo dello yoga.
Ho scoperto che esistono diverse filosofie ma che tutte hanno come obiettivo l’unione della consapevolezza del proprio corpo e della propria mente.
Lo yoga non è una religione né una disciplina ginnica: praticare yoga è qualcosa che fa star bene mente e corpo, e per noi mamme è un “balsamo dolce” per gli effetti fisici e psicologici della nostra nuova vita.

Ritrovare l’estate a novembre… senza viaggiare!

I risvegli pigri sotto il piumone, le piogge dispettose che arrivano nel weekend, il buio delle giornate sempre più brevi ci indicano che è arrivato novembre, il mese “traghettatore” verso l’inverno.

E’ il mese in cui le vacanze estive non sono più solo un ricordo, ma un misto di nostalgia.

Ci chiudiamo in casa a piangere e ad aspettare il caldo estivo?
Ovviamente no!

Tutti sull’attenti: bambini, mamme e papà, giochiamo a risvegliare i nostri sensi alla ricerca dell’estate? 😉

5 consigli per stimolare i nostri 5 sensi:

Acquario Civico MilanoVISTA: gran parte di noi quando pensa all’estate si sente catapultato su una spiaggia con ai piedi la schiuma delle onde del mare. Se non viviamo in una località sul mare possiamo “rimediare” con un pomeriggio… all’acquario!
Troviamo il blu intenso dell’acqua che accoglie pesci colorati che si inseguono nelle vasche, l’avvicinarsi alle meduse senza la paura di essere punti, l’ammirare gli habitat ricostruiti con paesaggi esotici. (A Milano l’Acquario Civico è in Viale G. Gadio 2 – Parco Sempione.)

 

Siamo stati nel supermercato del futuro!

Supermercato del futuro Coop Mamma in città

Ce l’abbiamo fatta! Non ci è servita la macchina del tempo, ma ci è stata sufficiente la metropolitana per arrivare direttamente nel supermercato del futuro Coop (allestito ad Expo Milano)!

Supermercato del futuro Coop

Qui vi avevo raccontato questa “missione” a cui siamo stati invitati io e il mio unenne -quasi e mezzo- e, come promesso, ora vi racconto com’è andata.

Prima di tutto: il supermercato del futuro sarà familyfriendly?
Abbiamo osservato tutto l’ambiente, simulato una spesa, ascoltato il parere anche di altre mamme presenti e la risposta è…sì!

Supermercato e bambini: si può fare?

Supermercato bambini

Uno degli incubi della mamma è un luogo. Un luogo che è “costretta” a frequentare, almeno una volta la settimana. Se sei una mamma hai sicuramente già capito: SUPERMERCATO!

Un bambino al supermercato può dare il meglio di sè, nell’ordine: non voler stare seduto nel carrello se è in età in cui starci, voler stare nel carrello se ormai ha già iniziato le scuole elementari, correre urlando tra i corridoi, mettere nel carrello tutto quello che riesce a prendere, svuotare il carrello nella corsia centrale e posizionare sugli scaffali a caso i prodotti, buttarsi nelle vasche- frigorifero e, gran finale, buttarsi a terra e piangere come se venisse sgozzato al grido “Lo voglio, lo voglio!” con relativi sguardi sbigottiti dei passanti.

Possiamo respirare, fare yoga, zen e mindfulness tutti assieme e far partire la nostra spesa settimanale. Possiamo anche mettere in atto escamotage per coinvolgere nostro figlio nella spesa: